Tesina sul mito di Ulisse nella letteratura latina ed italiana

Appunto inviato da carol83
/5

Il mito di Ulisse nella letteratura: Iliade, Odissea, nell'episodio delle sirene, in Dante, in Foscolo, in Pascoli, in D'Annunzio, in Joyce, in Saba, in Tennyson, nel cinema, con commenti ai testi dettagliati, riflessioni tematiche e confronti (19 pagine formato doc)

TESINA SUL MITO DI ULISSE NELLA LETTERATURA LATINA ED ITALIANA

Il mito di Ulisse attraverso la letteratura.

Miti e credenze sull’origine di Ulisse. Alcuni miti suggeriscono che Odisseo era il figlio illegittimo di Sisifo, il fondatore della città di Corinto.  Questo spiegherebbe il suo ingegno dato che Sisifo era tanto intelligente da superare in astuzia sia Thanato (morte) sia il re dell'oltretomba, Ade.
Odisseo fu infatti la mente dei greci all'assedio di Troia.  Egli ebbe l'idea di ingannare i troiani introducendo nella città, come dono, un cavallo di legno al cui interno erano nascosti i soldati greci.  Quando lo stratagemma riuscì, i greci poterono porre fine alla guerra. Tuttavia Ulisse (gr.
Оδυσσεύς e lat. Ulixes) nella mitologia greca, re di Itaca, figlio di Laerte e di Anticlea,è anche un personaggio descritto da Omero,  imparentato con Hermes per via di Autolico, il nonno materno,figlio di questo dio. Si tratta di una relazione significativa: l’astuzia, che è un modo d’essere del dio Hermes, è anche il tratto dominante di Ulisse. Grazie ad essa Ulisse è compreso tra quegli eroi che godevano la speciale protezione della dea Atena (secondo un mito sarebbe nato in un suo santuario).

Ulisse nel tempo: tesina


IL MITO DI ULISSE NEL TEMPO

Il matrimonio con Penelope.  Ulisse fu uno dei pretendenti di Elena e fu ancora lui che diede il suggerimento a Tindaro del giuramento di protezione ed aiuto a chiunque sposerà Elena. Ulisse sposò poi Penelope, nipote di Tindaro, quindi ritornato ad Itaca, ebbe un figlio, Telemaco. Telemaco era ancora bambino, quando Agamennone, Menelao e Palamede si recarono da Ulisse, chiedendogli di mantenere fede al giuramento fatto a Tindaro. Ulisse non voleva partire e si finse pazzo.
Attaccò all'aratro un asino e un bue, arò il campo e vi sparse del sale. Ma Palemede scoprì l'inganno, così Ulisse fu costretto a partire.
La guerra di Troia. Arrivato a Troia, diede prova di coraggio ed ingegno. Fu lui, con Aiace il grande, che difese il corpo di Achille. Riusciti nell'intento, entrambi reclamarono le sue armi, forgiate da Efesto.La scelta cadde su Ulisse e ciò provocò la pazzia di Aiace. Certe versioni lo indicano come l'ideatore del cavallo di legno che porrà fine alla guerra Troia. Infatti si dice che organizzò in questo modo la presa della città: fece smontare tutti gli accampamenti greci e spostare le navi in una baia riparata.

Tesina di maturità su Ulisse


LA FIGURA DI ULISSE NELL'ODISSEA

Poi costruì con alcuni compagni un enorme cavallo in legno con un'apertura nel ventre ben nascosta dove entrarono i guerrieri più feroci. Infine la mattina dopo, una sentinella troiana si accorse della scomparsa dei greci e dell'apparizione del cavallo. Quasi tutti pensarono che fosse un omaggio a Poseidone per ingrazirsi il favore del dio e favorireil viaggio di ritorno. Così lo portarono in città e festeggiano tutta la notte. Appena i troiani si addormentarono, però, dal cavallo uscirono i greci che aprirono i portoni ai loro compagni per procedere al massacro dei nemici, ubriachi o addormentati.