Tesina sull'inquinamento per gli esami di maturità

Appunto inviato da sparapulce
/5

Tesina di maturità sull'inquinamento: inquinamento acustico, Stati che inquinano di più, inquinamento nella storia, Futurismo e l'inquinamento pericolo per la salute della terra e dell'uomo (18 pagine formato doc)

TESINA MATURITA' INQUINAMENTO: COLLEGAMENTI

Indice:
1.    Che cos’è l’inquinamento? Come inquiniamo? I combustibili producono energia
2.    La fine del mondo storto
3.    L’inquinamento acustico
4.    L’energia non viene solo dai combustibili
5.    Quali sono gli Stati che inquinano di più?
6.    L’inquinamento nella storia
7.    Il futurismo
8.    L’inquinamento è un attentato alla nostra salute e a quella della terra

Tesina di maturità sull'inquinamento

TESINA SULL'INQUINAMENTO PER GLI ESAMI DI MATURITA'

1.    CHE COS’È L’INQUINAMENTO?
L’inquinamento è un’alterazione dell’ambiente che può essere d’origine naturale o antropica cioè causata dall’uomo.

Esso produce dei danni temporali che possono rimanere nell’area dove è stato prodotto l’inquinamento o espandersi anche in altre aree.
Esistono vari tipi d’inquinamento:
-    Inquinamento acustico
-    inquinamento dell'acqua
-    Inquinamento dell’aria
-    Inquinamento del suolo.

Tesina sull'inquinamento

TESINA SULL'INQUINAMENTO MATURITA'

2.    COME INQUINIAMO?
Ogni individuo, anche se non se ne accorge, produce inquinamento ogni giorno, basta pensare a quando, per esempio, usa l’automobile (inquinamento atmosferico), butta le cartacce a terra (inquinamento del suolo), usa molto sapone (inquinamento dell’acqua), usa l’aspirapolvere (inquinamento acustico) ecc…
3.    I COMBUSTIBILI PRODUCONO ENERGIA
Tutto il nostro mondo gira attorno ai combustibili perché essi danno “vita” alle macchine.

è vero che danno molte comodità e ci rendono la vita molto più semplice. Ma mettiamo che questi un giorno finiscano come dice Mauro Corona nel suo libro “La fine del mondo storto”, l’uomo non saprebbe più come vivere perché ha perso la capacità di fare le cose manualmente. Quindi i combustibili producono energia ma fanno impigrire l’uomo,il quale perde la manualità, ed inquina l’ambiente causando l’effetto serra e molti altri danni.Se non riduciamo il consumo di energia si bruceranno più combustibili e oltre che avere un impatto maggiore nel campo finanziario ne pagherà anche l’atmosfera che subirà le conseguenze dell’effetto serra. Nelle grandi città molte persone soffrono di malattie all’apparato respiratorio dovute alle polveri sottili e allo smog automobilistico: come asma, bronchite cronica ecc.. Lo smog può anche andare ad intaccare il patrimonio genetico procurando maggior possibilità di avere figli affetti da leucemia. Se riduciamo l’inquinamento ora, le generazioni future avranno una vita migliore e anche la Terra potrà dare buoni profitti per l’umanità.
4.    LA FINE DEL MONDO STORTO
Un giorno, di un inverno molto freddo, il mondo si sveglia e scopre che sono finiti il petrolio, il carbone e l'energia elettrica. Gli uomini si guardano l’un l’altro e non sanno cosa fare. La stagione gelida avanza e non ci sono termosifoni a scaldare, il cibo scarseggia e non c’è nemmeno più la luce ad illuminare quelle notti da incubo. Rapidamente l’uomo capisce che se vuole vivere deve ritornare a lavorare manualmente e saper “ascoltare” la natura come facevano i loro nonni. L’inverno avanza e mentre i più deboli iniziano a cadere, quelli che resistono imparano ad accendere fuochi, cacciare animali, riconoscere le erbe che nutrono da quelle che guariscono ma soprattutto imparano a rispettarsi l’un l’altro. Davanti a questa situazione estrema gli uomini si sono resi tutti uguali e si “incamminano” verso l’attesa primavera che gli da molti profitti nei campi e così hanno una scorta di cibo anche per il prossimo inverno. Mentre nell’inverno passato tutti si rispettavano e nessuno cercava di fare il furbo, in questa primavera sono riemersi tutti i vizzi dell’uomo. Ma il destino del mondo è incerto, consegnato nelle mani incaute dell'uomo…