Tesina su Giovanni Pascoli: poetica e opere

Appunto inviato da 0matrix0
/5

Tesina su Giovanni Pascoli: poetica, vita e descrizione di alcune opere, quali Il fanciullino, Myricae e Canti di castelvecchio (3 pagine formato doc)

TESINA SU GIOVANNI PASCOLI: POETICA E OPERE

Italiano.

Giovanni Pascoli. La vita. Giovanni Pascoli nasce nel 1855 a San Mauro di Romagna, oggi ribattezzato San Mauro Pascoli, in provincia di Forlì. A sette anni entra in un collegio di Urbino, ma la notte di un San Lorenzo, una tragedia sconvolge la vita della famiglia: il padre Ruggero viene assassinato mentre torna a casa in calesse. Questo e molti altri gravi lutti, segnano sempre l’esistenza del poeta: infatti, in seguito moriranno anche la sorella maggiore Margherita, la madre ed infine anche il fratello Luigi.
Lasciato il collegio a causa delle difficoltà economiche, Giovanni Pascoli si trasferisce a Rimini.
Superati gli esami di licenza liceale, si iscrive alla facoltà di Lettere all’università di Bologna: tra i suoi professori c’è Giosuè Carducci. Avvicinatosi al socialismo viene però privato del sussidio che gli è necessario per continuare gli studi: la morte del fratello Giacomo aggrava ulteriormente la sua situazione economica.

Giovanni Pascoli: poetica


PASCOLI: POETICA E PENSIERO

Arrestato per aver partecipato ad una manifestazione socialista, esce dal carcere dopo tre mesi, assolto dall’accusa di sovversione, grazie anche ad un intervento di Carducci; successivamente ottiene di nuovo il sussidio per l’Università, riprendendo gli studi e laureandosi con lode nel 1882.
Nel 1891, in occasione del matrimonio di un amico, pubblica Myricae; l’anno seguente pubblica una nuova edizione della raccolta (che attraverso ulteriori revisioni ed ampliamenti passerà dalle 22 poesie iniziali ai 156 componimenti dell’edizione definitiva).
Dopo il matrimonio a sorpresa della sorella Ida, che il poeta vive come un abbandono, prende in affitto una casa a Castelvecchio, in Garfagnana, e ne fa il suo <>; intanto pubblica sulla rivista "il Marzocco” il suo fondamentale testo di riflessione teorica, Il Fanciullino. Si definisce anche in questo periodo la sua produzione poetica, con le nuove edizioni di Myricae, i Canti di Castelvecchio e i Poemi Conviviali.

Tesina su Giovanni Pascoli: poetica e vita


PASCOLI: POETICA DEL FANCIULLINO

Passato dal socialismo all’accettazione dell’ordine Giolittiano, plaude ora l’espansione coloniale dell’Italia, ritenuta necessaria per mettere argine alla piaga della disoccupazione e dell’emigrazione: il suo ultimo discorso celebrativo La grande proletaria si è mossa  è scritto, infatti, in occasione della guerra libica; intanto in questo periodo si manifestano i primi sintomi di una malattia incurabile che lo porterà alla morte il 6 aprile del 1912.

Giovanni Pascoli: poetica e stile