Tesina su Guido Gozzano: poetica

Appunto inviato da 85fax85
/5

Tesina sulla vita, opere e poetica di Guido Gozzano (11 pagine formato doc)

TESINA SU GUIDO GOZZANO: VITA

Guido Gozzano.

Tesina. Vita. Guido Gustavo Gozzano nasce nel 1883 a Torino il 19 dicembre, quarto figlio di Diodata Mautino (nipote dunque da parte materna del senatore Massimo Mautino, buon cono-scente di D’Azeglio e Cavour) e dell’ingegner Fausto Gozzano, entrambi nativi di Agliè Canavese; e i soggiorni nella casa di Agliè paiono gli eventi più significativi della sua in-fanzia.
Frequenta le scuole a Torino con profitto, come anche in seguito, modesto.
Nel 1896 viene iscritto alla seconda ginnasiale presso il Liceo Cavour, mentre l’anno successivo è messo in collegio a Chiasso assieme all’amico di quegli anni, Ettore Colla.
Nel 1898 rientra al Cavour e si separa da Ettore, dislocato a Pinerolo, senza che perciò la loro amicizia si allenti; anzi intercorre tra i due ragazzi un fitto e interessante epistolario.
Di salute cagionevole, d’estate Guido viene portato, come già l’anno precedente e poi quasi sempre, a villeggiare al mare.
Nel marzo del 1900 muore il padre. Nel novembre viene iscritto alla prima liceo presso il collegio privato Ricaldone di Torino.
La corrispondenza con Colla registra, ma anche probabilmente moltiplica e ingigantisce, episodi piccanti e passioni adolescenti.

Gozzano: riassunto della vita e poetica

GUIDO GOZZANO: OPERE

Tra il 1902 e il 1903 frequenta l’ultimo anno di liceo a Savigliano, in un collegio di assai blanda disciplina che favorisce fughe e avventure dai risvolti boccaccevoli.

Ottiene la li-cenza liceale nella sessione autunnale.
Tra il 1903 e il 1906 si iscrive alla Facoltà di Legge a Torino, ma si aggira più volentieri nella Facoltà di Lettere attrattovi dalla presenza, alla cattedra di letteratura italiana, di Artu-ro Graf. Dale lezioni e letture dantesche di quest’ultimo deriverebbero la rilettura della Commedia di Gozzano e il famoso quaderno zeppo di citazioni. Erano allora allievi con lui molti personaggi importanti di quell’epoca come Vallini e Calcaterra.
Frequenta anche la Società di Cultura, che organizzava ogni giovedì una conferenza a palazzo Madama ed aveva una sede sociale con ricca biblioteca in via delle Finanze, ma il gruppo di cui più spesso fa parte Gozzano si segnala più per goliardismo che per amore della cultura.

Guido Gozzano: poetica e opere

GUIDO GOZZANO: LA VIA DEL RIFUGIO

Il curriculum studentesco di Gozzano procede lentissimamente; sono invece di questi anni, pare, anche le sue letture di poeti francesi e belgi.
È appassionato frequentatore di teatri e camerini, ammiratore fervidissimo di Emma Grammatica e ammiratore galante della giovane Lyda Borelli. I biografi lo vogliono tene-ramente innamorato e donnaiolo, ma amori e tisi sono anche un binomio topico biografi-co-letterario.
Il 1907 è l’anno della Via del rifugio e dell’aperto rivelarsi della malattia con una violenta pleurite che lo costringe ad isolarsi fin da maggio in Liguria; è anche l’anno dell’avvicinamento ad Amalia Guglielminetti iniziato con la cortesia letteraria dello scam-bio delle loro fortunate raccolte, uscite quasi contemporaneamente in primavera. Con questo reciproco invio della Via del rifugio e delle Vergini folli e i reciproci giudizi di lode, comincia l’unico capitolo amoroso certo e importante della biografia gozzaniana.