Maschere della commedia dell'arte e di Goldoni

Appunto inviato da siddihoh
/5

Descrizione delle seguenti maschere: Colombina, Pantalone, Arlecchino, Brighella, Rosaura, Mirandolina, Don Ambrogio, Momolo, Lelio, il conte di Albafiorita, il cavaliere di Ripafratta e il marchese di Forlipopoli (19 pagine formato doc)

Pantalone

(I puntigli domestici, 1752; Il cavalier de buon gusto, 1750; Il contrattempo, 1753; Il geloso avaro, 1753; Il giuocatore, 1750; Il mercante fallito, 1741; Il servitore di due padroni, 1745; Il tutore, 1752; Il vecchio bizzarro, 1754; La cameriera brillante, 1754; La figlia obbediente, 1752; La madre amorosa, 1754; La moglie saggia, 1752; La putta onorata, 1748; La serva amorosa, 1752; La suocera e la nuora, 1750; La vedova scaltra, 1748; L'adulatore, 1750; Le donne curiose, 1753; Le femmine puntigliose, 1750; L'impostore, 1754; L'incognita, 1751; L'uomo di mondo, 1738; L'uomo prudente, 1748)

Pantalone de' Bisognosi, maschera della Commedia dell'Arte, impersona un uomo vecchio, curvo in avanti per l'età, caratterizzato da una maschera nera che gli copre il volto nella parte superiore, da una barbetta appuntita e rivolta in su che ne completa il profilo con il naso adunco, e da un costume dove si alternano il rosso e il nero. Ha sempre mantenuto l'antico costume veneziano; la veste nera e il berretto di lana sono ancora portati a Venezia, e il panciotto, i calzoncini, le calze e le pantofole in rosso raffigurano il vero il costume dei primi abitanti della laguna adriatica.