Carlo Goldoni: i personaggi

Appunto inviato da siddihoh
/5

Descrizione delle seguenti maschere: Colombina, Pantalone, Arlecchino, Brighella, Rosaura, Mirandolina, Don Ambrogio, Momolo, Lelio, il conte di Albafiorita, il cavaliere di Ripafratta e il marchese di Forlipopoli (19 pagine formato doc)

CARLO GOLDONI: PERSONAGGI

Carlo Goldoni: i personaggi.

I personaggi di Goldoni: analisi e caratterizzazione. Pantalone. (I puntigli domestici, 1752; Il cavalier de buon gusto, 1750; Il contrattempo, 1753; Il geloso avaro, 1753; Il giuocatore, 1750; Il mercante fallito, 1741; Il servitore di due padroni, 1745; Il tutore, 1752; Il vecchio bizzarro, 1754; La cameriera brillante, 1754; La figlia obbediente, 1752; La madre amorosa, 1754; La moglie saggia, 1752; La putta onorata, 1748; La serva amorosa, 1752; La suocera e la nuora, 1750; La vedova scaltra, 1748; L’adulatore, 1750; Le donne curiose, 1753; Le femmine puntigliose, 1750; L’impostore, 1754; L’incognita, 1751; L’uomo di mondo, 1738; L’uomo prudente, 1748).

CARLO GOLDONI E LE MASCHERE

Pantalone de’ Bisognosi, maschera della Commedia dell’Arte, impersona un uomo vecchio, curvo in avanti per l’età, caratterizzato da una maschera nera che gli copre il volto nella parte superiore, da una barbetta appuntita e rivolta in su che ne completa il profilo con il naso adunco, e da un costume dove si alternano il rosso e il nero. Ha sempre mantenuto l’antico costume veneziano; la veste nera e il berretto di lana sono ancora portati a Venezia, e il panciotto, i calzoncini, le calze e le pantofole in rosso raffigurano il vero il costume dei primi abitanti della laguna adriatica.

L’etimologia del nome si può collegare a San Pantaleone, venerato a Venezia. Pantalone è una delle maschere più longeve della Commedia dell'Arte; nasce all'improvviso con la nascita stessa della commedia e traversa, quasi indenne, tre secoli. Egli rappresenta un vecchio vizioso, avaro, ipocrita, dispotico, sovente nel ruolo di padre tiranno di un giovane in preda alle pene d’amore, talora a sua volta ridicolmente innamorato di cortigiane, o più spesso servette della commedia. Nella rielaborazione che della maschera viene proposta nel teatro goldoniano Pantalone incarna i pregi e i difetti della borghesia della Serenissima Repubblica di Venezia, assumendo caratteristiche che ne fanno un vero e proprio personaggio.

Carlo Goldoni: vita e La locandiera

CARLO GOLDONI MASCHERE

Supera la riforma della commedia di Goldoni perdendo però il suo aspetto più comico per conformarsi alla più rassicurante figura del padre burbero, avaro, conservatore dei Rusteghi e del Sior Todero brontolon. Nella commedia La famiglia dell’antiquario ossia La suocera e la nuora (1750), Pantalone si rileva come figura principale per la sua alterità di coscienza rispetto ad altri anche più attivi e presenti protagonisti. Dice, infatti, lo stesso autore: «la Suocera e la Nuora sono due persone che formano l’azione principale della Commedia», e l’antiquario «capo di casa, per ragione del suo fanatismo per le antichità, non badando agl’interessi della famiglia, non accorgendosi de’ disordini, e non prendendosi cura di correggere a tempo la Moglie e la Nuora, dà adito alle loro pazzie e alle loro dissensioni perpetue». Su tale «peripezia» che diverte per il carattere ostinato dei personaggi e per la loro funzione di metafora di una precisa situazione sociale,