Protesi scheletrata

Appunto inviato da ludovik86
/5

La protesi scheletrata può essere catalogata tra le protesi parziali rimovibili. Costruzione di uno Scheletrato, Montaggio dei denti (4 pagine formato doc)

Protesi Scheletrata Protesi Scheletrata La protesi scheletrata può essere catalogata tra le protesi parziali rimovibili, tuttavia rappresenta uno strumento terapeutico più idoneo al ripristino delle edentulie parziali.
Si tratta di un particolare dispositivo medico su misura, composto da una struttura metallica che supporta gli elementi mancanti della dentatura da ripristinare. Le condizioni che inducono il dentista a prescrivere la costruzione preferendola alla riabilitazione fissa, possono essere diverse: - perdita degli elementi dentali posteriori, che impediscono l'ancoraggio posteriore; - notevole perdita ossea, in particolare nella zona anteriore, che risulta difficilmente protesizzabile; - ridotta quantità di osso, estremamente carente a livello della parte della radice del dente, che può non consentire l'utilizzo del dente pilastro nella protesi fissa; - età del paziente che può condizionare la scelta del tipo di dispositivo, facendo preferire la protesi scheletrata a quella fissa. Le condizioni fondamentali affinché la protesi scheletrita rispetti adeguate esigenze terapeutiche dall'odontoiatra sono la corretta progettazione e realizzazione del modello il quale deve seguire anche la classificazione di Kennedy.
Questa si divide in quattro classi e sono: due selle a estremità libera posteriore una sella a estremità libera posteriore sella laterale a estremità non libera sella anteriore edentula. Per far si che tutto questa avvenga nel migliore dei modi bisogna analizzare il modello. Questo viene fatto con il parallelometro che è uno strumento che consente di analizzare il modello, simulando i differenti assi di inserzione possibili, i sottosquadri, il contorno dentale i piani di guida e, soprattutto, il parallelismo dei vari elementi dentali. Esso e composto da una base, sulla quale è inserita una colonna verticale che sostiene una struttura dotata di un braccio orizzontale alla cui estremità è fissato un porta-mandrino, sospeso perpendicolarmente rispetto al braccio orizzontale. Oltre a questo e composto anche da: l'ago analizzatore, un porta-mine , una serie di punte analizzatrici e uno speciale coltellino che serve a rimuovere la cera in eccesso quando si scaricano i sottosquadri prima della duplicazione. Uno scheletrito è composto da diverse parti: connettore principale, connettore secondario, ganci e ritenzioni secondarie. Il connettore principale è la parte dello scheletrato che unisce tra loro le varie parti che compongono la struttura. I connettori maggiormente impiegati nel mascellare sono: le barre palatine e le placche. Le barre possono essere singole o doppie, mentre le placche si possono presentare complete o a U. i congiuntori principali più utilizzati nell'arcata inferiore sono la barra linguale, la placca linguale e la barra linguale con gancio continuo. I connettori secondari sono particolari componenti della protesi scheletrita che consentono l'unione del connettore principale agli altri componenti ( ganci e selle ). La