Infanzia, poesia e razionalità: tesina di maturità

Appunto inviato da sarahbuselli92
/5

L'interpretazione dell'infanzia in psicologia e letteratura italiana e latina: tesina di maturità sull'infanzia, poesia e razionalità (14 pagine formato pdf)

TESINA INFANZIA INTRODUZIONE

Infanzia, poesia e razionalità
Interpretazioni del bambino in Psicologia e Letteratura
Liceo Classico “Galileo Galilei” - Pisa
Indice:
Quintiliano, ovvero l’educazione dell’oratore a partire dall’infanzia
Interpretazione del bambino nella letteratura latina
Freud, ovvero la demitizzazione dell’infanzia
Interpretazione del bambino nella psicoanalisi freudiana
Pascoli, ovvero la poesia come ritrovamento dell’infanzia
Interpretazione del bambino nella letteratura italiana

"L'uomo non potrà mai fare a meno della poesia": tesina di maturità

 

TESINA SULL'INFANZIA COLLEGAMENTI

Introduzione.

La scelta di portare nella mia tesina gli argomenti sopracitati è maturata nel corso dell'anno scolastico con la loro trattazione sistematica.
In particolare lo studio di Freud e il “fascino” della psicoanalisi mi hanno condotta ad apprezzare l'intero ambito della psicologia a tal punto da far nascere in me la passione per questa materia che coltiverò nei miei prossimi studi universitari.
Mi sono interessata in particolare alla sezione dell'Ÿinfanzia colpita dal modo ardito e sicuramente inconsueto con cui viene trattata un'età come questa,considerata fino ad a Freud, senza dubbio, innocente.
Il tema della sessualità infantile fino all'epoca dello psicanalista viennese non era stato mai sfiorato, sia per pudore che per mancanza di necessità.
Nel mondo latino, dove si dà maggiore spazio alla politica e alla cultura, Quintiliano è stato uno dei primi ad interessarsi alla fanciullezza e a capire come un'educazione corretta sia un gradino imprescindibile nella scalata del futuro oratore. Seppur allo scopo di formare un vir bonus, un vir civilis, dicendi peritus e in grado di amministrare i propri e i pubblici affari, Quintiliano è riuscito a scrivere un trattato tra retorica e pedagogia l'Institutio oratoria, che è un'Ÿopera rispondente alla società e ai nuovi bisogni culturali dell'epoca dei Flavi, ma pensata, in termini pedagogici.

Infanzia: tesina di maturità

 

TESINA SULL'INFANZIA LICEO CLASSICO

Nella letteratura italiana il tema viene affrontato con particolare enfasi da un poeta quale Giovanni Pascoli: le vicende dell'infanzia hanno notevole rilievo nella sua formazione e ne influenzano fortemente l'attività poetica (particolarmente interessante a mio parere è la teoria del “Fanciullino”).
Quintiliano, ovvero l’educazione dell’oratore a partire dall’infanzia
Interpretazione del bambino nella letteratura latina
1.1 L'Institutio oratoria di Quintiliano, oltre ad essere un trattato di retorica che contiene un'esposizione ordinata, sistematica e critica della dottrina retorica, è anche opera originale in quanto raro esempio nell'antichità di un'ampia trattazione su questioni di pedagogia pratica.
Come dice nel Proemio del primo libro, Quintiliano ha di mira la formazione del “perfectum oratorem” che non può essere altri che un uomo dotato di spessore morale dal quale si pretendono non solo l'impeccabile capacità di parlare ma “tutte le virtù dell'anica”.