Tesina maturità sulla comunicazione

Appunto inviato da musha
/5

Un percorso storico su come la comunicazione abbia cambiato il modo di esprimersi di intellettuali e artisti, con una critica ai mezzi di comunicazione di oggi e alla loro funzione manipolatrice. Tesina maturità sulla comunicazione (31 pagine formato pdf)

TESINA MATURITA' SULLA COMUNICAZIONE

Gli strumenti del comunicare.


INDICE
INTRODUZIONE
LE ANTICHE ORIGINI
Due modi di comunicare:
- L'oratoria greca di Lisia, Demostene, Isocrate
- La storiografia greca di Polibio, Tucidide
Primi rapporti col potere:
- Institutio Oratoria di Quintiliano
- Seneca, parola come guida del sovrano
- Tacito, perdita della libertà di comunicare
UNA COMUNICAZIONE CHE ORIENTA
- La propaganda politica della I e II Guerra mondiale
- La rivolta del „68
- Marcuse: il Grande rifiuto contro una società che reprime
COMUNICAZIONE E CULTURA
- Il manifesto del futurismo, Marinetti
- Gabriele D‟Annunzio come personaggio pubblico
- Eugenio Montale, “Non chiederci la parola”
- Boccioni e il futurismo in Arte
CONCLUSIONE

Tesina maturità sulla comunicazione

TESINA SULLA COMUNICAZIONE: INTRODUZIONE

Introduzione. “Nell’attuale civiltà consumistica che vede affacciarsi alla storia nuove nazioni e nuovi linguaggi, nella civiltà dell’uomo robot, quale può essere la sorte della poesia?”
(E.

Montale)
Comunicare deriva dal verbo latino comunicare, che significa condividere, rendere comune; perciò quando comunichiamo, incrementiamo la nostra conoscenza condivisa, cioè il sensus communis di cui parlava anche Cicerone. Il ricevere informazioni corrisponde, dunque, ad un processo di acquisizione di conoscenze che sono organizzate e trasmesse sotto forma di proposizioni e quindi, per poterle concettualizzare e comunicare, si ricorre ad un linguaggio. Quest‟ultimo non serve solo ad esprimersi, ma soprattutto a trasformare, manipolare, chi ascolta, attraverso l‟organizzazione formale del discorso.
Perciò, anche se la comunicazione dovrebbe consistere nella parità di ruolo fra gli interlocutori e nella partecipazione allo scambio, si è assistito nel tempo al fenomeno dell‟appiattimento della comunicazione sull‟informazione; spesso, infatti, si tende a confondere i suoi fini con istanze di sola natura persuasiva tornando, in un certo senso, alle modalità della retorica del mondo antico, in cui i discorsi avevano il fine di muovere le passioni del destinatario tramite l‟uso di sillogismi.

La comunicazione e i mezzi di propaganda: tesina maturità

TESINA SULLA COMUNICAZIONE E LINGUAGGIO

Lo stesso Aristotele, studiando questa arte della persuasione, aveva distinto tra lo stile che si adattava meglio al discorso scritto e quello tipico del dibattito; sottolineando come nel primo fosse necessario esprimersi correttamente in greco, mentre nel secondo saper recitare e convincere.
Inoltre, si è notato, nel tempo, come i sistemi sociali riescano a nascere e svilupparsi soltanto grazie alla comunicazione intesa, però, come trasmissione di un significato tra gli uomini.
Questo significato si regge sullo scambio di simboli attraverso i mezzi di comunicazione, definiti come una riorganizzazione dei modi in cui le informazioni e i contenuti simbolici sono prodotti e scambiati nel mondo sociale e come una ristrutturazione dei modi in cui gli individui si rapportano l‟uno all‟altro e a se stessi.

Tesina sulla comunicazione

TESINA MEZZI DI COMUNICAZIONE

Da qui è breve il passaggio alla concezione di una comunicazione come risorsa per l‟esercizio delle forme di potere, in quanto, impiegando mezzi tecnici per produrre, salvare e trasmettere forme simboliche, è possibile renderle disponibili per usi successivi.
Si può definire la nascita della stampa come una delle maggiori invenzioni per lo sviluppo di una comunicazione definibile di massa, poiché era accessibile a tutti e permetteva di comunicare liberamente il proprio pensiero. Anche se in alcune forme era già presente, venne rivoluzionata tecnologicamente dall‟inventore e orafo Johann Gutenberg, il quale, nel 1440, utilizzò un inchiostro a base oleosa e fu il primo a impiegare una lega di piombo, stagno e antimonio attraverso una matrice con dettagli molto precisi che permettevano di produrre caratteri duraturi per stampe di alta qualità: la tipografia. Questa nuova invenzione porterà ad un‟evoluzione che svilupperà l‟uso dei mezzi di comunicazione per la libertà di espressione, il libro.