La pioggia nel pineto: figure retoriche della poesia di D'Annunzio

Appunto inviato da elylam
/5

Breve biografia di D'Annunzio e le figure retoriche della sua poesia "La pioggia nel pineto", con una breve spiegazione del testo (1 pagine formato doc)

LA PIOGGIA NEL PINETO: FIGURE RETORICHE

Gabriele d'AnnunzioGabriele D’Annunzio è stato uno dei grandi volti del Decadentismo.
Riuscì ad esprimere nelle sue poesie il culto per la bellezza esterna,ed elaborò la teoria del Superuomo,ovvero un uomo così diverso dagli altri da non dover obbedire a nessun principio.
Nato nel 1863,a Pescara da una facoltosa famiglia Borghese.
Studiò in un prestigioso collegio,al fine si iscrisse all’Università a Roma,dovè riuscì ad avere molta fama con i suoi scritti considerati immorali per i suoi contenuti.
Guadagnava molto denaro grazie alla produzione letteraria di grande successo,ma nonostante ciò D’Annunzio si indebitò per il suo stile di vita molto lussuoso.
Dopo un po’, la situazione economica cominciò a precipitare così fuggi in Francia dove prosegui la carriera Letteraria.
In tanto,nel nostro paese,si diffondeva il ‘’Dannunzianesimo’’.
D’Annunzio divenne un Intervenista, ovvero,’Sostenitore dell’intervento Italiano nel primo conflitto mondiale’.
Nell’1921 si stabilì in una villa a Gardone,sul lago di Garda,che trasformò in una specie di museo a se stesso: Il Vittoriale Degli Italiani.
Morì nell’1938.

La pioggia nel pineto: spiegazione e analisi

LA PIOGGIA NEL PINETO: SPIEGAZIONE

La pioggia nel pineto. ‘’La pioggia nel pineto’’ è una tra le più belle poesie di D’annunzio.

E’ rivolta alla donna amata,Ermione.
La scena di svolge in un bosco,nei pressi del litorale toscano,sotto la pioggia estiva. Il poeta passeggia con la sua donna,Ermione e la invita a stare in silenzio per sentire la musica delle gocce che cadono sul fogliame dell’albero. Inebriati dalla pioggia e dalla melodia della natura,il poeta e la sua donna si abbandonano al piacere delle sensazione con un’adesione così totale che a poco a poco subiscono una metamorfosi fiabesca e si trasformano in creature vegetali. La poesia e ricca di Enjambement e similitudini. Le rime sono libere,e sono presenti anche molte onomatopee.