Tesina maturità sul motore elettrico

Appunto inviato da saqqeqw33
/5

Percorso multidisciplinare sul motore elettrico: tesina di maturità per l'istituto tecnico industriale (46 pagine formato doc)

TESINA MATURITA' SUL MOTORE ELETTRICO

Tesina di maturità: motore elettrico.


I.T.I. Gobetti-De Gasperi.
Indice. Parte prima. Introduzione
1.0_Che cos’ è un motore elettrico?
1.1_Cenni storici
1.2_L’età Giolittiana
1.3_The industrial revolution
1.4_Giovanni Pascoli
Parte seconda
TIPI E FUNZIONAMENTO
2.0_Tipi di motori elettrici
2.1_Funzionamento motore in corrente continua
2.2_Funzionamento motore in corrente alternata
2.3_Funzionamento motore Brushless
2.4_Encoder    
Parte terza
CURVE CARATTERISTICHE, RENDIMENTO E  APPLICAZIONI
3.0_Curve caratteristiche
3.1_Rendimento            
3.2_Applicazioni
Parte quarta
ANALISI MECCANICA
4.0_Progetto albero per motore elettrico
Parte quinta
TORNITURA E CICLO DI LAVORAZIONE
5.0_Tornitura
5.1_Ciclo di lavorazione albero per motore elettrico
Parte sesta
CONSIDERAZIONI FINALI
6.0_Vantaggi e svantaggi motore elettrico
6.1_Conclusioni sul motore elettrico
PARTE PRIMA

Macchina in corrente continua: tesina

TESINA MECCANICA ITIS

-INTRODUZIONE-
1.0_Cos’ è un motore elettrico?
Un motore elettrico è una macchina “reversibile” in grado di trasformare la potenza in ingresso di tipo elettrico, in potenza in uscita di tipo meccanico; il termine reversibile indica che può anche svolgere l’operazione inversa (in quel caso si parla di generatori).  Questo dispositivo quindi è capace di trasformare direttamente l’energia di un campo elettromagnetico variabile nel tempo in energia di movimento.1.1_Cenni storici
L’idea di utilizzare l’elettricità per produrre lavoro meccanico risale alla prima metà dell’Ottocento; tuttavia i primi motori elettrici efficienti risalgono agli anni 1860-64.

Tesina sulla rivoluzione industriale e il motore a scoppio

TESINA MOTORE DIESEL

Questo principio teorico venne dimostrato da Faraday nel 1821 e nel 1873 Gramme e il socio Fontaine presentarono a Vienna una dinamo che funzionava altrettanto bene come motore. Le centrali elettriche fornivano per la maggior parte corrente alternata, c’ era quindi bisogno di un nuovo motore che vanne soddisfatto nel 1888 da Nikola Tesla.

Probabilmente i primi motori a induzione efficienti furono quelli costruiti a Zurigo nelle officine Oerikon da Brown. Nel 1891 apparve il motore sincrono. La prima ferrovia elettrica apparve in Germania nel 1881 e fu costruita da Siemens. Nel 1883 entrò in funzione il treno elettrico in Irlanda. Per la trazione erano usati motori elettrici a CC. Coloro che perfezionarono questo tipo di motore furono: Gamme, Edison, Siemens e l’ italiano Pacinotti. Nella storia del motore elettrico ha molta importanza la figura di Galileo Ferraris che nel 1885 ebbe la geniale intuizione del campo magnetico rotante generato da un induttore fisso. Questo campo produce correnti in un indotto mobile. L’ azione fra campi magnetici e correnti dà origine alla coppia meccanica. Ferraris inventò quindi il motore asincrono ma non si occupo né di sfruttarla, né di guadagnarci. Infatti due mesi dopo Nikola Tesla ottenne 5 brevetti sul motore asincrono da lui studiati indipendentemente, dice Wikipedia. Vennero poi acquistati dalla Westinghouse Electric, e porteranno Tesla alla realizzazione di motori elettrici su scala industriale e alla nascita di un importante settore industriale.