Seconda guerra mondiale: tesina

Appunto inviato da lerio85
/5

Tesina maturità sulla Seconda guerra mondiale (6 pagine formato doc)

SECONDA GUERRA MONDIALE: TESINA

La Seconda guerra mondiale.

Il 1° settembre 1939 inizia la Seconda guerra mondiale. La Germania invade la Polonia ed in solo tre settimane la sconfigge. È una passeggiata per il moderno esercito tedesco, corazzato e motorizzato, contro le truppe polacche lente, antiquariate, ancora legate all’intervento della cavalleria.
Grazie alla facile vittoria le truppe tedesche si spostano sul fronte occidentale. Qui, al riparo dalla fortificata e insuperabile linea Maginot, i Francesi attendono l’attacco del führer.
Questi, però, temporeggia e confida in offerte di pace.
Poi, nella primavera del 1940, Hitler attacca la Danimarca e la Norvegia. Calpestando la neutralità dell’Olanda, del Belgio e del Lussemburgo, aggira la Maginot, penetra in Francia e, vincendo la battaglia della Somme, il 14 giugno entra da conquistatore in Parigi.
Il 22 giugno 1940 la firma di un armistizio disegna la nuova geografia della Francia. La parte settentrionale atlantica è sotto il diretto dominio tedesco; la restante parte e le colonie dipendono dal governo collaborazionista di Vichy (nome della città capitale), presieduto dal maresciallo Pétain.

Tesina sulla Seconda guerra mondiale e collegamenti


TESINA SULLA SECONDA GUERRA MONDIALE, COLLEGAMENTI

La strategia vincente dei generali tedeschi è la guerra-lampo, condotta congiuntamente dalle forze corazzate e da quelle aeree.
La sconfitta della Francia lascia solo l’Inghilterra a combattere il Nazismo.
Nell’estate del 1940, quando Hitler vara la cosiddetta “operazione leone marino” (che prevede l’occupazione del suolo britannico), l’Inghilterra è pronta a sostenere l’assalto tedesco. Dal luglio all’ottobre del ’40 l’aviazione tedesca (Liftwaffe), composta dai caccia Messerschmitt, si fronteggia con quella inglese (RAF, Royal Air Force), con i suoi Hurricane e Spitfire.
La battaglia aerea e i bombardamenti si susseguono giorno e notte. I danni alle città ed alle industrie sono ingenti. Ma la vittoria non arride alla Germania. Infatti l’impediscono la RAF, le industrie inglesi che producono velivoli in continuazione, l’uso dei radar che permettono di avvistare gli attacchi dei nemici in anticipo.

Seconda guerra mondiale: tesina terza media


TESINA MATURITA' SECONDA GUERRA MONDIALE, COLLEGAMENTI

Dopo un anno di guerra, la Germania nazista subisce la prima sconfitta.
Intanto, il 19 settembre del 1939, l’Italia proclama la “non belligeranza”, cioè il non intervento in guerra. I motivi che costringono Mussolini di non intervenire sono tre: l’impreparazione dell’esercito italiano, l’insufficienza delle risorse industriali, il mancato rispetto di un accordo segreto.
Nella primavera del ‘40, però, il duce, vedendo la grande avanzata della Germania, decide di accelerare i tempi per non arrivare troppo tardi tra le nazioni vincitrici.
Così, il 10 giugno del 1940, dal balcone di Palazzo Venezia il Duce annuncia in modo solenne la dichiarazione di guerra alla Francia e alla Gran Bretagna.
Le truppe italiane si addensano così nella zona della alpi francesi. Sono fornite di fucili mod.1891 vecchi di 50 anni, con pezzi di artiglieria risalenti alla 1ª guerra mondiale; gli autocarri sono insufficienti per un rapido spostamento delle truppe; i 400 carri armati sono chiamati «scatole di sardine» poiché pesano 3 tonnellate ciascuno, contro le 20 tonnellate di quelli inglesi. È preoccupante anche la situazione dell’aviazione che dispone di 1400 aerei, molto lenti antiquati e male armati. L’unico punto di forza delle armate italiane è costituita dalla marina, che dispone di buoni incrociatori e corazzate, ma è priva di portaerei.