Tesina di maturità su Giosuè Carducci: vita e opere

Appunto inviato da
/5

Tesina multidisciplinare sulla vita e opere di Giosuè Carducci e collegamenti con: Orazio, Comte e l'Impressionismo (11 pagine formato doc)

GIOSUE' CARDUCCI: VITA E OPERE

Tesina multidisciplinare su Giosuè Carducci.


Indice:
Premessa
Letteratura Italiana: Giosuè Carducci
Letteratura latina: Orazio
Storia dell’atre: L’impressionismo
Filosofia: il positivismo e la filosofia di Comte
Schema del percorso multidisciplinare
Premessa dell’autore della tesina: Questa tesina multidisciplinare è stata ideata in occasione degli esami di Stato dell’anno 1999/2000.    Le materie in essa trattate sono quelle dell’ultimo anno del magistrale normale ma, naturalmente con qualche cambiamento, si adatta ad ogni scuola ad indirizzo umanistico.    
Il primo argomento, a cui però troverete soltanto un piccolo cenno, è la seconda rivoluzione industriale. Per diversi motivi ho abbandonato questo tema per partire da uno dei miei poeti preferiti: Giosuè Carducci.
Dall’opera “Giambi ed Epodi” si passa agli “Epodi” di Orazio di cui si analizza l’ode Lyricus Vates, il cui concetto di poesia eternatrice viene ripreso in Dante, Foscolo (Dei Sepolcri), in Manzoni (5 maggio) dal poeta italiano si passa all’idealismo tedesco poiché facevano entrambi riferimento a Napoleone. Tornando a Dante, si accenna al fatto che, nel Paradiso, fa riferimento alla tragedia di Fedra di cui trattano anche Seneca e D’Annunzio, dall’abruzzese si passa alla seconda guerra mondiale (per i suoi legami con il fascismo e quindi al filosofo Nietzsche), ma anche al musicista francese Debussy, definito impressionista e dunque all’Impressionismo in storia dell’arte. Tornando a Giosuè Carducci, si parla del Positivismo in filosofia e facendo il confronto con Leopardi (da cui si va a Schopenhauer), si passa alla matematica(geometria piana) poiché il poeta, da ragazzo a fine anno scolastico, scriveva dei saggi matematici. Dal periodo in visse Carducci, si passa alla storia italiana a lui contemporanea (il duello Crispi-Giolitti); a Thomson (fisica) che scoprì l’elettrone e, da qui, alle leggi di Newton e Coulomb; alla seconda rivoluzione industriale (geografia), all’autostima (ed. fisica) e all’inquinamento (scienze).
In queste pagine troverete solo alcuni degli argomenti che possono essere collegati con altri e ulteriormente approfonditi.

Giosuè Carducci: riassunto


GIOSUE' CARDUCCI: SAN MARTINO

LETTERATURA ITALIANA: GIOSUE’ CARDUCCI
La seconda rivoluzione industriale pone le sue basi nel pensiero positivista di cui Giosuè Carducci era un convinto sostenitore. Egli s’impone, nella fine dell’Ottocento, come autorevole punto di riferimento della cultura nazionale.
Nasce il 27 luglio del 1835 a Valdicastello, in provincia di Lucca, dove compie i primi studi e le prime letture, stimolato soprattutto dal padre, dotato di buona cultura classica e molto curioso della cultura contemporanea, di idee liberali, ma piuttosto autoritario nel contesto familiare (ogni volta che puniva Giosuè lo costringeva a leggere i Promessi Sposi). Nel 1849 entra nel collegio dei padri scolopi di Firenze, quattro anni dopo vince un posto gratuito alla Scuola normale superiore di Pisa, dove si laurea in filosofia e filologia.

Giosuè Carducci: riassunto della vita e opere


GIOSUE' CARDUCCI: POESIE

Nello stesso anno della laurea (il 1856) fonda la “Società degli Amici pedanti”, improntata al culto letterario della classicità. Nel 1857, anno di pubblicazione della sua prima raccolta di poesie giovanili, il fratello Dante, cui era molto legato, muore in circostanze misteriose (forse suicida).Il padre distrutto dal dolore e forse dal rimorso, muore un anno dopo. Giosuè si trova così a dover provvedere al sostentamento della madre e del fratello minore in condizioni molto difficili, anche perché il suo primo incarico come professore di retorica al ginnasio di San Miniato, ottenuto subito dopo la laurea, gli è stato revocato dopo un anno per condotta immorale e irreligiosa. Leggi la parafrasi della poesia San Martino