La Città Metafisica di Giorgio de Chirico

Appunto inviato da ccaterina93
/5

Introduzione sulla nascita della pittura metafisica, descrizione della città di de Chirico e influenza di Nietzsche, confronto fra de Chirico e Dino Campana (0 pagine formato docx)

La genesi della pittura metafisica è individuabile nel quadro di Giorgio de Chirico (1888-1978) L'enigma di un pomeriggio d'autunno del 1909-1910, citato dal pittore stesso in un suo manoscritto parigino del 1912.

BREVE SINTESI DELLA METAFISICA>>


“.., dirò ora come ho avuto la rivelazione di un quadro che ho esposto quest'anno al Salon d'Automne e che ha per titolo: L'enigma di un pomeriggio d'autunno.
Durante un chiaro pomeriggio d'autunno ero seduto su una panca in mezzo a Piazza Santa Croce a Firenze.
Non era certo la prima volta che vedevo questa piazza.

PITTURA METAFISICA>>

Ero appena uscito da una lunga e dolorosa malattia intestinale e mi trovavo in uno stato di sensibilità quasi morbosa. La natura intera, fino al marmo degli edifici e delle fontane, mi sembrava convalescente. In mezzo alla piazza si leva una statua che rappresenta Dante avvolto in un lungo mantello, che stringe la sua opera contro il suo corpo e inclina verso terra la testa pensosa coronata d'alloro.

L'IMMAGINE METAFISICA>>

La statua è in marmo bianco, ma il tempo gli ha dato una tinta grigia, molto piacevole a vedersi. Il sole autunnale, tiepido e senza amore illuminava la statua e la facciata del tempio.