I diversi ruoli dell'uomo nella società: tesina per ragioneria

Appunto inviato da cuba4ever
/5

Percorso multidisciplinare per ragioneria sui diversi ruoli dell'uomo nella società (23 pagine formato doc)

I DIVERSI RUOLI DELL'UOMO NELLA SOCIETA': TESINA PER RAGIONERIA

I diversi ruoli dell’uomo all’interno della società.

Limiti e Benefici
INDICE
Introduzione
Mappa riassuntiva
1.    L’uomo nella veste di consumatore: il vincolo di bilancio – Matematica
2.    La figura dell’imprenditore e il bilancio d’esercizio – Economia Aziendale
3.    Lo stato come persona giuridica pubblica detentore di doveri : il bilancio di stato – Scienze delle Finanze
4.    L’interventismo dello Stato durante gli anni ’30 – Storia
5.    L’essere umano in quanto individuo : la storia di Primo Levi con “Se questo è un uomo” – Italiano
6.    La rappresentanza e la difesa dei diritti di un popolo : il Parlamento Italiano – Diritto
7.    Parliament of England – Inglese

La crisi dell'individuo nella società di massa: tesina maturità

 

IL RUOLO DELL'UOMO NELLA SOCIETA' DI OGGI: INTRODUZIONE

Introduzione - L’essere umano ricopre all’interno della società diversi ruoli : è un “semplice” individuo ,un cittadino ,un consumatore, un imprenditore e via dicendo.Rivestendo tutti questi ruoli,oltre ad essere detentore di certi diritti,il cittadino va incontro ad una serie di doveri o regole da ottemperare e che rappresentano dei limiti per la sua libertà individuale,nonostante queste ultime gli permettano comunque di perseguire i suoi obiettivi:sono regole necessarie per il raggiungimento di una convivenza pacifica,per far in modo che tutti possano esprimersi e che si possa amministrare al meglio la cosa pubblica.
In certi contesti però ,l’uomo è chiamato a seguire certe regole tacite,che non sono imposte da un’ entità superiore,ma che semplicemente devono essere rispettate a priori perché implicite e che lo condizionano nelle sue scelte quotidiane: è il caso dello status di consumatore,figura perenne che l’animale sociale impersona.Quest’ultimo,difatti,in relazione al reddito,al prezzo dei beni e dei servizi,acquisterà quei beni e servizi che è rientrano nel suo potenziale;è di conseguenza limitato nella sua scelta.

Il rapporto uomo ambiente: tema

 

RAPPORTO UOMO SOCIETA'

Il cittadino,oltre a trovarsi nella condizione di consumatore e quindi di logorare denaro,può trovarsi nella situazione opposta,ossia quella di guadagnare denaro aumentando il suo reddito,come avviene per l’imprenditore che divenendo tale soddisfa anche le sue aspirazioni ,attuando il suo diritto all’imprenditoria.Ovviamente anche in questo caso,il cittadino dovrà sottostare alle regole che quest’ambito della società ha ,e che sono disciplinate dalla legge,ai sensi della quale,l’impresa – chi la amministra - deve redigere il bilancio d’esercizio.
E’ bene ricordare che anche lo stato è sottoposto alle regole che egli stesso pone in essere essendo una persona giuridica pubblica.Il fatto che sia l’organismo sovrano non lo sottrae da simili doveri,visto che al vertice della piramide vi è la costituzione che rappresenta la volontà,la voce,e l’anima del popolo che forma lo stesso stato,alla quale anche quest’ultimo deve sottostare.Pertanto l’entità statale non deve considerarsi esente dalle regole del gioco democratico.
In particolare,seguendo la linea di tale elaborato,ci si soffermerà sull’articolo 81 della costituzione che decreta l’obbligatorietà dello Stato a redigere i suoi bilanci.
Tra i doveri annoverati,l’entità statale ha anche quello di proteggere il suo popolo,di garantirne e tutelarne le libertà, i diritti fondamentali oltre a controllare che vengano assolti i doveri da parte dei singoli,anche se questa tutela si trasforma in limitazione o viene percepita come tale.
Detto ciò, è quindi indubbia la presenza dello stato nella vita del cittadino,presenza che si è andata intensificando ,storicamente parlando, tra le due guerre mondiali , periodo in cui gli stati moderni abbandonano il liberismo economico e il principio del “laissez-faire” per passare ad una politica economia di maggiore intervento da parte dello stato.Una tale politica è stata perseguita principalmente dai due protagonisti degli anni trenta ossia Franklin Delano Roosevelt e Adolf Hitler:entrambi seppur in modo completamente opposto hanno fatto dell’interventismo statale la loro bandiera.

Tema sull'evoluzione della famiglia italiana

 

INDIVIDUO E SOCIETA': TESINA

La storia però ci insegna che non sempre l’intervento dello stato giova al cittadino,che la strada prescelta per accrescere la potenza di una nazione non è sempre giusta , com’è successo durante il periodo nazista.
Non bisogna, infatti, dimenticare che il cittadino prima di essere tale , è un individuo ,un essere umano con propri bisogni ,diritti naturali intrinseci alla natura stessa dell’uomo che non devono in nessun modo essere calpestati.
E’ purtroppo, però a conoscenza di tutti che il risultato del regime nazista fu proprio il disconoscimento dei diritti inalienabili dell’uomo e la storia di Primo Levi può essere considerata un esempio a cui fare riferimento per tentare di capire l’animo di persone che sono morte “per un si o per un no”   ;chiara dimostrazione che venne messo in discussione anche il diritto principale di un individuo ovvero il diritto alla vita!
La difesa dei diritti inalienabili dell’uomo/cittadino, custoditi in una carta fondamentale che sia essa scritta (come la nostra costituzione) o meno (come il sistema di common law inglese) ,perciò non è sempre un qualcosa che appartiene alla ordinaria gestione di uno stato,anche se può sembrare il contrario e in realtà dovrebbe essere così.

.