Forze invisibili: tesina maturità

Appunto inviato da thecat
/5

Tesina di maturità sulle forze invisibili: dall'inconscio ai terremoti. Gli argomenti trattati sono: Sigmund Freud, Italo Svevo, Samuel Taylor Coleridge, Apuleio di Madauro, Il Surrealismo, I terremoti, La prima guerra mondiale e La derivata di una funzione (31 pagine formato doc)

FORZE INVISIBILI: TESINA MATURITA'.
COLLEGAMENTI

Le Forze Invisibili: dall’inconscio ai terremoti. Tesi presentata per il colloquio. Esame di Stato
Indice
Introduzione 
Sigmund Freud   
Dagli studi sull’isteria alla psicoanalisi   
La realtà dell’inconscio e i modi per accedervi  
La scomposizione psicoanalitica della personalità   
I sogni, gli atti mancati e i sintomi nevrotici  
La teoria della sessualità e il complesso edipico  
La religione e la civiltà  
Italo Svevo  
La vita e le opere 
Marginalità ed europeismo  
La trama di Una vita  
La trama di Senilità  
La trama de La coscienza di Zeno   
Approfondimento: La coscienza di Zeno  
Apuleio di Madauro   
Dati biografici   
Il De magia   
Le Metamorfosi
Samuel Taylor Coleridge  
Life and main works   
Importance of imagination
The power of fancy   
Importance of nature
The Rime of the ancient Mariner
Il Surrealismo: l’arte dell’inconscio
Premessa
Caratteri generali   
Salvador Dalí  
I terremoti 
Premessa   
Le onde sismiche  
Gli strumenti di rilevazione delle onde sismiche 
Magnitudo e intensità di un terremoto  
Le isosisme  
Il concetto di rischio sismico  
Le cause e i fattori che portarono alla prima guerra mondiale  
L’assassinio di Sarajevo e il crollo degli equilibri internazionali 
Nazionalismo tedesco, programma pangermanista e guerra rigeneratrice
Europa delle nazioni e imperi multinazionali: la lunga crisi balcanica  
Declino dell’egemonia inglese, competizione sui mercati internazionali, economia di guerra 
La crisi dell’ordine europeo  
Derivata di una funzione  
Rapporto incrementale  
Definizione di derivata  
Significato geometrico della derivata prima  
Teoremi sulle funzioni derivabili   

I terremoti: tesina di scienze

INTRODUZIONE TESINA SUI TERREMOTI

Introduzione. Le forze invisibili che mi hanno ispirato sono tutte quelle che, pur non essendo, appunto, visibili all’occhio umano, sono in grado di generare grandi eventi.

L’idea mi ha colpito studiando Freud e, in particolare, Svevo; tutti i personaggi usciti dalla sua penna hanno una personalità incredibi-le. È vero, molti sono inetti, incapaci di compiere una singola scelta, ma questa loro “incompati-bilità” con la società in cui vivono è frutto di grandi forze interiori che si scontrano e si incrociano, senza che alcuna di esse prevalga. Le stesse forze interiori che, relegate da Freud nell’inconscio, generano i più disparati disturbi mentali.
Per quanto riguarda le scienze della terra, è stato subito evidente il collegamento con i terremoti, eventi spesso catastrofici generati da fratture e tensioni che si accumulano nel sottosuolo  e, quindi, a nostra insaputa senza gli strumenti adeguati.

Terremoti e maremoti: tesina terza media

TESINA INVISIBILITA'

In inglese e in latino ho inserito Samuel Taylor Coleridge e Apuleio di Madauro. Anche in questo caso i legami sono molteplici: Coleridge si interessa dell’immaginazione, dote fondamentale di un poeta, che nella sua forma secondaria perviene addirittura alla creazione dal nulla di nuovi mondi; inoltre nel suo Rime of the ancient Mariner  tratta eventi soprannaturali, derivanti dalla rot-tura dell’equilibrio della natura. Apuleio viene invece accusato di essere un mago e in alcune sue opere egli si occupa di una magia più “nobile”, consistente in un particolare rapporto del filosofo con la realtà divina.
La storia dell’arte mi ha offerto un immediato collegamento con il Surrealismo, espressione e manifestazione di ciò di cui trattava Freud: l’inconscio.
In storia ho pensato di interessarmi di tutte quelle tensioni, condizioni particolari e crisi che at-traversarono l’Europa tra il 1912 e il 1914 e che portarono allo scoppio della prima guerra mondiale. In matematica, infine, ho optato per un tema di mio piacimento: le derivate.