Le maschere dell'essere

Appunto inviato da mariorossi11111
/5

Tesina terza media sulla maschera (25 pagine formato pdf)

L'uomo non è ancora cambiato, non è ancora stato capace di fare propria la vita.
Ho scelto di analizzare questo tema perché più di ogni altro mi ha lasciata attonita.
E' ora che subentra la maschera con tutte le sue sfaccettature, con il suo nascondersi dietro il termine “accettazione” e dietro l'impossibilità dell'uomo di conoscere con certezza la realtà.
Questa è sfuggente, molteplice, tale da permettere a ciascuno una
diversa interpretazione. La maschera ci permette di essere sinceri, di non mentire, in quanto
riesce a farci esprimere ciò che dentro dilania l'anima. La maschera è la nostra difesa dalla critica, dalla disapprovazione, dal senso di invisibilità che ci opprime in una vita che non sentiamo
appartenerci nella sua inevitabile distanza. Da qui il titolo: ”Le maschere dell'essere”.


L'incessante ricerca di abbandonare la nostra maschera ci porta ad indossarne un'altra più confacente, in un ciclo perpetuo, illudendoci di essere ”noi stessi”. Il concetto che mi ha più colpito è il fatto che oggi, dopo secoli, l'uomo non sia ancora stato capace di svelare il senso della vita. ”Qual è l' essenza del vivere?”, “Qual è il motivo per cui siamo tutti uguali nella nostra mascherata diversità?”.
Sono questi i quesiti che hanno gettato l'uomo in una condizione di instabilità, rendendolo, talvolta, artefice del destino del quale pensa di essere un'innocente vittima. Le risposte a questi quesiti appartengono ad un essere a noi superiore...
sia esso legato alla scienza, alla fede o all'indifferenza.


.