Tesina di terza media sul fascismo e sul nazismo

Appunto inviato da simonesarto97
/5

Fascismo e nazismo: tesina multidisciplinare svolta per gli esami di terza media (26 pagine formato pdf)

FASCISMO E NAZISMO: TESINA TERZA MEDIA

Storia.

Nazismo & Fascismo. Il Nazismo e il Fascismo furono due movimenti politici nati rispettivamente in Germania nel 1933 e in Italia nel 1922. Questi due movimenti vengono spesso associati per le idee politiche simili, nazionalismo e totalitarismo, e perché i loro due massimi esponenti, Adolf Hitler per il nazismo e Benito Mussolini per il fascismo, erano grandi alleati.

FASCISMO STORIA

Fascismo.

Il fascismo nacque ufficialmente il 23 marzo 1919 a Milano con la fondazione da parte di Benito Mussolini dei „?Fasci italiani di combattimento??
Questo movimento politico si presentò con un profilo antimonarchico, anticlericale, antiborghese e antisocialista. Il suo programma proponeva un acceso nazionalismo e alcune importanti riforme, quali il diritto di voto e l?eleggibilità per le donne, la riduzione degli orari lavorativi.
I Fasci di combattimento non riuscirono subito ad affermarsi nella vita politica del paese; alle elezioni del Novembre 1919 presentarono i candidati ma non ottennero abbastanza voti da mandare alcun deputato in parlamento.
Dopo l?insuccesso elettorale, il movimento fu sul punto di sciogliersi quando, nell?estate del 1920, iniziò la sua rapida avanzata. Il fascismo cominciò ad affermarsi grazie alle azioni che compirono nelle zone agricole e continuando la sua battaglia contro il socialismo.

Il fascismo: tesina di terza media

FASCISMO IN BREVE

Un altro fondamentale contributo fu dato dal movimento dello Squadrismo, in altre parole l?organizzazione di squadre paramilitari che agivano nelle campagne distruggendo organizzazioni politiche e sindacali socialisti. Erano appoggiati dagli agrari e anche da Giolitti.
Nel 15 maggio 1921 i liberali accolsero i fascisti nella propria lista elettorale a scopo di fermare il socialismo. Su 265 seggi 35 furono occupati da deputati fascisti. I deputati popolari aumentarono e quelli socialisti diminuirono; Giolitti, non potendo contare su una maggioranza abbastanza solida si dimise.
Nell?agosto 1921 Mussolini, con i rappresentanti del partito socialista, sottoscrisse il “patto di pacificazione” dove le due parti si impegnavano a fare cessare le reciproche violenze, anche se non fu mai rispettato.
Nel Novembre 1921, a Roma si svolse il “Congresso dei fasci” dove Mussolini decretò la nascita del Partito nazionale fascista (PNF), posto sotto il suo controllo.

IL FASCISMO TESINA

Il PNF mostrava l?ambizione di andare al governo e, per raggiungere questo scopo, Mussolini cominciò a cercare alleanza tra le forze politiche. Ottenne l?appoggio del partito popolare, dei nazionalisti e dei liberali, consensi da industriali, agrari, dalle gerarchie della chiesa ed infine anche dalla monarchia dopo che Mussolini pronunciò un discorso dove accantonava le simpatie per la repubblica. Mussolini, quindi, poteva contare sull?appoggio delle forze più potenti della società italiana.
Nel 1922 il PNF decise che era ora di prendere il potere. Riunì a Napoli tutte le squadre fasciste e le fece marciare su Roma. Circa 25000 squadristi marciarono su Roma, venne presentato al re il decreto d?assedio e egli, al posto di firmarlo, chiamò Mussolini e gli affidò l?incarico di formare un nuovo governo.
Nel 1922 venne creato il Gran Consiglio del Fascismo e le squadre fasciste furono riunite nella Milizia volontaria di salvezza nazionale.