Tesina di maturità sulla politica: l'arte di governare le società

Appunto inviato da stefanoluongoav
/5

Tesina di maturità per Liceo Scientifico sulla politica e l'arte di governare le società (87 pagine formato pdf)

TESINA DI MATURITA' SULLA POLITICA: L'ARTE DI GOVERNARE LE SOCIETA'

Liceo scientifico di Avellino.
La politica: l'arte di governare le società.
INDICE
PREMESSA
INTRODUZIONE
STORIA: Politica italiana dal secondo dopoguerra al 69'
CITTADINANZA E COSTITUZIONE: La Costituzione Italiana
FILOSOFIA: Karl Marx, il socialismo scientifico
INGLESE: George Orwell, lo spirito anti-totalitario
ITALIANO: Francesco De Sanctis, tra cultura e vita nazionale Giosuè Carducci, dalle idee repubblicane all'involuzione monarchica
LATINO: Seneca, tra filosofia e potere
STORIA DELL'ARTE: Il futurismo, legami con il partito fascista
GEOGRAFIA ASTRONOMICA: Le leggi di Keplero
FISICA: Le leggi di Ohm
MATEMATICA: Funzioni pari e dispari
CONCLUSIONE
 

Giovanni Giolitti: tesina sui metodi di governo e i programmi politici


TESINA DI MATURITA' SULLA POLITICA

PREMESSA
La politica, sostantivo che deriva dal termine greco polis, "città-stato", è quel complesso di attività che hanno per oggetto l'amministrazione della vita pubblica, i problemi collettivi e le istituzioni di uno Stato. La prima definizione di politica risale ad Aristotele, filosofo greco, il quale suddivise le forme di governo in: Politeia, concetto simile alla democrazia in cui a comandare è la massa; Oligarchia e Monarchia, rispettivamente potere dei pochi e di uno solo, il Tiranno.
Successivamente questo vocabolo ha subito delle evoluzioni. Machiavelli, considerato il fondatore della moderna scienza politica, nella sua opera Il Principe ha trattato teorie radicalmente rivoluzionarie nel contesto della cultura occidentale del tempo; per lui lo Stato doveva essere amministrato da un solo uomo, scelto in base a eccezionali capacità psicologiche ed intellettive in modo tale da scindere etica e sentimentalismi dalla buona amministrazione. Fondamentale è nella storia del pensiero politico l'opera di Montesquieu, L'ésprit des lois (Lo spirito delle leggi), nella quale il filosofo francese sottolinea che la monarchia costituzionale sia la migliore forma di governo perché la classe nobiliare è meno corruttibile, in quanto vincolata al principio dell'onore, e che i poteri vadano divisi (legislativo, esecutivo e giudiziario) per evitare la tirannide.

La partecipazione politica: tesina

 

TESINA MATURITA' POLITICA

Nell' 800 Karl Marx si occupò di tutti gli aspetti della società, ideando un nuovo tipo di socialismo, quello scientifico. Nello scorso secolo si sono sviluppate una moltitudine di sistemi diversi di gestire lo Stato: oltre all'applicazione pratica del socialismo e alle consolidate monarchie, si ebbero sistemi totalitari e sopratutto nuove forme democratiche, radicalmente diverse da quelle fino ad allora esistenti. La capacità di governare e la gestione della società umana, purtroppo, nel processo storico non è stata esemplare, né moralmente né praticamente, ed è per questo che oggi la parola politica ha assunto sfumature di significato totalmente negative. Ricoprire una carica politica equivale ad esercitare forme di potere, come sostiene anche il filosofo Max Weber, tuttavia capita spesso che vi è un abuso di potere tendendo a soddisfare gli interessi individuali e di una collettività ristretta, anziché che di tutta la popolazione che si rappresenta. La politica andrebbe intesa come spirito di servizio, una vocazione che dovrebbe appartenere a tutti coloro i quali decidano di voler rappresentare un territorio.

Costituzione Italiana: definizione

 

L'ARTE DI GOVERNARE SENOFONTE

Cos'è la costituzione. Il termine costituzione deriva dal latino constitutio, che indicava a sua volta una legge di particolare importanza emanata dall'imperatore. Nelle carte dello scrittore e storico greco Senofonte è stato ritrovato un opuscolo dal titolo "La Costituzione degli Ateniesi"..