Rivoluzione informatica: tesina maturità

Appunto inviato da
/5

Rivoluzione informatica: tesina di maturità e mappa concettuale. Percorso multidisciplinare sulla storia della rivoluzione informatica del 1900 che collega le seguenti materie: storia, ragioneria, informatica, diritto e inglese (10 pagine formato doc)

RIVOLUZIONE INFORMATICA: TESINA MATURITA'

La rivoluzione informatica.

Tesina multidisciplinare per l’esame di Stato.
Mappa concettuale: storia, La rivoluzione informatica; Ragioneria, New Economy; informatica, La firma digitale; diritto, Legge sulla privacy e inglese, Internet and e-commerce. 
LA RIVOLUZIONE INFORMATICA - Agli inizi degli anni settanta l’economia dei paesi industrializzati fu investita da una nuova crisi generale. Alla depressione economica con i suoi corollari di contrazione degli investimenti e di disoccupazione, si accompagnò per la prima volta l’inflazione.
Gli economisti inventarono un nuovo termine per definire questo inconsueto fenomeno economico: “stagflazione”. In esso confluiscono due ben distinti processi economici: quello di stagnazione e quello di inflazione appunto, ritenuti dalla teoria economica, e dal concreto svolgimento storico, fenomeni incompatibili.
Una delle cause principali che scatenarono la crisi fu l’impennata del prezzo del petrolio; dietro la crisi si stagliava quindi un mutamento profondo del sistema economico internazionale, nel quale sembravano essere saltati i tradizionali vincoli di subordinazione dei paesi poveri rispetto a quelli sviluppati, su cui in buona sostanza si era fondato lo straordinario sviluppo economico degli anni cinquanta - settanta.

Tesina di maturità sull'informatica


LA RIVOLUZIONE INFORMATICA STORIA

La crisi degli anni settanta venne affrontata attraverso una sola strategia che venne dosata in maniera differenziata nei diversi paesi industrializzati. Innanzitutto, limitare, attraverso l’azione risoluta dei governi, l’aumento di offerta della moneta, anche se questa scelta avrebbe avuto come inevitabili conseguenze la paralisi dello sviluppo economico, la drastica contrazione delle spese sociali dello stato e soprattutto la crescita incontrollata della disoccupazione che, dalla seconda metà degli anni settanta, cominciò a lievitare senza sosta.
Sul tronco della disoccupazione creata dalla crisi generale se ne sviluppò un’altra di nuovo tipo, diventata costante e strutturale. Alla sua determinazione concorse l’innovazione tecnologica, fattore utilizzato per rilanciare lo sviluppo.

Android: tesina maturità


RIVOLUZIONE INFORMATICA DEL 1900

L’emergere di una sfida drammatica, in questo caso la crescita dell’energia, ha costituito il principale agente di una nuova fase di intensa innovazione delle tecniche applicate alla produzione e alla distribuzione delle merci: il risparmio energetico, l’utilizzazione delle nuove fonti di energia, prima fra tutte quella nucleare. Da qui l’innovazione si è dispiegata su tutti i processi produttivi, nello sforzo non solo di risparmiare energia, ma di ridurre i costi di produzione e di individuare nuove opportunità di mercato; ogni stagione di intenso sviluppo ha coinciso con un prodotto: il telaio meccanico per la prima rivoluzione industriale inglese, l’acciaio e l’elettricità per la seconda rivoluzione industriale, l’energia nucleare e i beni di consumo di massa per il boom postbellico; nel nostro caso il centro motore dell’innovazione è stata l’informatica.