Nazionalismo nazista: tesina maturità

Appunto inviato da
/5

Tesina di maturità sul nazionalismo nazista per l'ITC turismo. Collegamenti con le seguenti materie: storia, tecniche di comunicazione, storia dell'arte, letteratura italiana e lingua inglese (21 pagine formato doc)

NAZIONALISMO NAZISTA: TESINA MATURITA'

La teologia nazista.
Scheda della Tesina sul nazismo.
Istituto: Istituto Professionale per i Servizi Commerciali e Turistici
Indirizzo: Turistico
Materie Incluse: storia, tecniche di comunicazione, storia dell'arte, letteratura italiana e lingua inglese
Indice
1.    Adolf Hitler e l’ ideologia nazista
2.    Il Leader
3.    Modelli di Comunicazione
4.    La Scuola d’Arte del Bauhaus
5.    Le Origini dell’Antisemitismo
6.    “SE QUESTO È UN UOMO
7.    Giorno della Memoria
8.    La Fine .

.
. di un Terribile Incubo
9.    L'eterno conflitto in Medio Oriente
10.    Pilgrimage.

Nazismo: riassunto di storia


IDEOLOGIA NAZISTA

Adolf Hitler e l’ ideologia nazista. Alcuni elementi fondamentali dell’ideologia nazionalsocialista sono presenti nel programma del partito nazista, ma la vera e propria concezione del mondo e la filosofia politica, viene elaborata da Adolf Hitler nel libro autobiografico “LA MIA BATTAGLIA”.  Nel testo, sono presenti un insieme d’invettive contro gli ebrei, i comunisti, i borghesi. Vengono teorizzati i principi che costitutiscono la forza di un popolo: il valore della razza, la potenza, la lotta, che Hitler riprende in modo rozzo dalla teoria Darwin diffusa nella cultura europea di fine ottocento.
“Il sangue”, “la razza” sono i valori naturali, assoluti, che devono regolare i rapporti tra gli uomini, sia come individui sia come popoli. Dalle teorie razziste deriva l’idea della razza “pura”, ariana, alla quale compete il compito del comando. Esiste, infatti, una gerarchia tra le razze che popolano la terra, fondata su caratteristiche psico-somatiche, che pone gli ariani al livello superiore.

Germania nazista: riassunto


NAZISTA SIGNIFICATO

Lo stato tedesco deve porsi allora come compito principale quello di difendere il proprio sangue dalla contaminazione e corruzione delle altre razze. In questo modo si giustificò la legislazione antiebraica e poi il massacro degli ebrei.
 In nome del principio della purezza venne praticata la sterilizzazione forzata degli individui ammalati e deformi e degli asociali, tra i quali vi erano i nemici del regime, in modo particolare i comunisti. La legge “per la protezione del sangue e dell’onore tedesco” fu approvata all’unanime dal Parlamento tedesco il 15 settembre del 1935. Essa non crede affatto nell’uguaglianza delle razze ma riconosce nella loro differenza di razze superiori e inferiori, per cui si sente in dovere, di promuovere la vittoria del migliore, del più forte e di effettuare la sottomissione del peggiore e del più debole.

Nascita del Nazismo, riassunto


GERMANIA NAZISTA

 «Su questa terra la cultura e la civiltà umana sono indissolubilmente legate alla presenza dell’uomo ariano, la sua morte o il suo tramonto stenderebbe nuovamente sul nostro pianeta i veli oscuri di un’epoca priva di civiltà. Far sì che il sangue venga mantenuto integro per assicurare la possibilità di uno sviluppo più nobile di questa esistenza, mediante la conservazione degli uomini migliori. Quindi, uno stato popolare dovrà in primo luogo strappare il matrimonio da un livello in cui esso è una perpetua contaminazione della razza per consacrarlo invece a quelli che sono i veri compiti dell’istituto matrimoniale, ossia la produzione d’immagini di Dio e non d’orribili incroci tra l’uomo e la scimmia. Inoltre il compito di uno stato popolare deve anche essere quello di far sì che, finalmente venga scritta una storia del mondo, nella quale il problema della razza assuma una posizione predominante».