Tesina maturità sul baffo

Appunto inviato da ancaporumb
/5

Tesina maturità sul baffo che collega le seguenti materie: italiano, inglese, francese e tedesco (14 pagine formato doc)

TESINA MATURITA' SUL BAFFO

Il baffo - Sintomo di insoddisfazione -
Indice:
Premessa, italiano, inglese, francese, tedesco, altri baffuti, bibliografia.


Premessa. Durante l’ultimo anno della scuola superiore la maggioranza delle materie svolte si collega in qualche modo, a volte andando ad aprire insieme le stesse porte, a volte chiudendo quelle già aperte prima, altre volte ancora incrociandosi la strada. Insomma, ci troviamo a parlare degli stessi eventi sotto diversi punti di vista; per esempio, anche se la prospettiva di un pittore, scrittore, personaggio storico oppure filosofo, risulta leggermente diversa, loro stanno osservando i medesimi fatti. Quindi abbiamo una vasta rappresentazione degli avvenimenti del xx secolo e possiamo parlare tanto di quelli che ricollegano i soggetti studiati in quinta superiore; sia gli scrittori che vengono fuori dai libri spessi di letteratura, che gli artisti, i filosofi e i personaggi storici, hanno vissuto più o meno nello stesso periodo e sono costretti ad affrontare la realtà e la vita cosi come è, interpretandola ed esponendola a modo loro senza voler cambiarle il fondamento.

Tesina maturità sui frattali e il caos

 

I BAFFI CHE HANNO FATTO LA STORIA: TESINA MATURITA'

In seconda fase però, incontriamo le figure che non si vogliono conformare alla realtà, non ce la fanno a resistere e si staccano proprio.

Spesso, questi sono protagonisti degli indici dei libri di letteratura, hanno a che fare con le parole e trovano in esse i miglior compagni. Loro partono per un viaggio solitario, perdendosi nell’ignoto nel mentre cercano la vera essenza della loro vita. Sono personaggi a parte, tante volte incomprensibili, giocosi e testardi come dei gatti che intrappolano sé stessi in dei gomitoli pieni di nodi. Ma loro si impegnano a scioglierli per dare un senso alla loro vita, per poi incastrarsi di nuovo coi baffi nel mezzo. In realtà, il baffo sembra simbolo di questo gruppo di non-conformisti, potrebbe benissimo rappresentare la loro insoddisfazione davanti alla vita banale e priva di mutamenti eccezionali.
Infatti, nella ricerca di collegamenti tra le materie di quest’ultimo anno di scuola, ho notato la disperazione di più scrittori che cercavano di distinguersi dalla folla, e, come vedremmo in seguito, è questo quello che li accomuna: la voglia di cercarsi per poi seguire sé stessi e… il baffo.

Tesina maturità sulle donne

 

TESINA SUI PERSONAGGI STORICI

ITALIANO
Gabriele D’annunzio-contro la morale comune-Il sentimento di insoddisfazione che prova il poeta è rivolto verso le norme del vivere comune che non sono adatte per la figura dell’intellettuale che immagina D’annunzio. Lui crea della sua vita un’esistenza eccezionale, basandola sulla bellezza e trasformando tutto intorno a sé in un’opera d’arte; si sottrae dalla società borghese, isolandosi nel suo estetismo, e cerca di elevare l’immagine degradata dell’intellettuale caratteristica dell’Italia postunitaria. D’annunzio non permette a questa situazione di schiacciarlo e, volendo condurre una vita tipica aristocratica, rinnova la figura dell’intellettuale al di fuori della società borghese, riproponendo la condizione di privilegio dell’artista – condizione propria delle epoche passate, apparentemente smarrita.

Tesina maturità sulla fotografia

 

I BAFFI STORIA

Questo rifiuto categorico del conformismo borghese e di tutte le forme che sopprimono la personalità dell’artista, ma anche il risalto di una esistenza libera dalle catene della morale comune, ricordano il oltreuomo di Nietzsche (anche esso fiero portatore di baffi). Esso si differenzia dalla folla grazie alla sua “volontà di potenza” dalla quale fuoriesce uno spirito combattivo che vuole affermare sé stesso; acquisendo consapevolezza dei suoi impulsi. Ovviamente, questo comporta il rischio di non essere compreso dalla gente comune, allontanandosi dalle regole imposte dal mondo. Nella solitudine, l’ oltreuomo trova una nuova voce e crede con ardore nella forza creativa; infatti, esso cambia il mondo, stando però lontano dalla folla.
D’annunzio prende questo motivo e lo adatta alle sue idee, incoraggiando i pochi esseri eccezionali di affermare sé stessi, senza sottoporsi alle leggi comuni del bene e del male. Insieme, tutti questi artisti privilegiati, devono strappare la nazione alla sua mediocrità, dandogli una spinta verso un destino imperiale, come l’antica Roma, che dominava il mondo.