Tesina maturità sui cartoni disney

Appunto inviato da samanthaboglio
/5

Percorso multidisciplinare per la maturità sui cartoni della Walt Disney e le sue origini (22 pagine formato zip)

TESINA MATURITA' SUI CARTONI DISNEY

I cartoni disney.

Liceo Musicale Ego Bianchi
Tutto ebbe inizio nel lontano  5 dicembre 1901, a Chicago quando venne alla luce Walter Elias Disney, noto a tutto il mondo come Wald Disney. Fu il quarto figlio di Elias Disney e Flora Call.
Le sue origini sono contadine. Disney passa la sua infanzia in un mondo rurale, senza giocare nei campi come dovrebbe fare un bambino della sua età; trascorre le sue giornate  lavorando duramente nei campi. Questa infanzia dorata, che Disney amava citare nelle sue opere, nasceva forse più dai suoi sogni che dai suoi ricordi.
In seguito ad una malattia del padre, venne venduta la fattoria e si trasferirono in città.
Successivamente Walt Disney si allontanò dalle imposizioni paterne e si arruolò nell’esercito nel periodo della prima guerra mondiale, contro il parere di papà, anche se di fatto non combatté mai.

Tesina di maturità sui cartoni disney

INTRODUZIONE TESINA WALT DISNEY

Nel 1919 lavorò per un mese alla Pressmann-Rubin, una agenzia pubblicitaria. È qui che conobbe un certo Ubbe Ert Iwerks.
Chi era costui? Era uno straordinario disegnatore. Allora nessuno lo sapeva, ma Walt e Ub avevano un appuntamento con la storia. Infatti nel 1928 durante il viaggio di ritorno da New York, deluso per aver perduto i diritti del personaggio di successo da lui creato “Oswald il coniglietto fortunato”, iniziò a pensare ad un nuovo cartone animato che avesse le fattezze di un topolino, proprio come quelli che scorazzavano sulla scrivania del suo studio.
Quindi si accorciarono le orecchie, la coda e, ritoccando qualcosa, ecco il Topo.
Walt lo ideò e l’amico Ub realizzò tutto su carta al ritmo incredibile di 700 disegni al giorno.
Così ebbe inizio l’impero Disney.

Tesina su Walt Disney

TESINA MATURITA' WALT DISNEY SVOLTA

Oggi l’industria non produce più solo cartoons, ma è nato un impero molto complesso  e ramificato che spazia dai oltre 700 Disney Store, una compagnia di crociere, diverse strutture turistiche tra cui anche un'isola ai Caraibi, una radio, le televisioni ABC, ESPN, Disney Channel, società di produzione televisiva e cinematografia, la squadra di Basket Anaheim Angels e quella di hockey Anaheim Mighty Ducks, parchi-gioco urbani per bambini e adolescenti e, naturalmente, i cinque inimitabili parchi a tema, vero cuore pulsante di un sistema industriale che, nonostante l'elevata articolazione, possiede una struttura fortemente integrata. E' indubbio, infatti, che negli anni la Disney abbia dato vita, attraverso mezzi differenti come il cinema, i programmi televisivi o i fumetti, a un'iconografia e a un universo culturale molto precisi e potenti. Disney è una sorta di “melassa” avvolgente, un particolare mondo assolutamente irreale dove la natura è addomesticata e la storia e i suoi sanguinosi conflitti sono addolciti. Un mondo felice, insomma, in cui regna l'innocenza, tutti i problemi sono risolti ed è piacevole perdersi.