Tesina maturità sul fumetto: Comics

Appunto inviato da oldanimarco
/5

Tesina maturità sul fumetto per il liceo artistico: percorso multidisciplinare sulla storia dei comics con collegamenti sulla seconda guerra mondiale e attacco a Pearl Harbor, la pop art in particolare l'artista Roy Lichtenstein, architettura delle città fumetto, fisica del fumetto con l'analisi di due personaggi del fumetto (28 pagine formato doc)

TESINA MATURITA' SUL FUMETTO: COMICS

Comic.
Indice
•    Introduzione
•    Fumetto negli anni della guerra
•    Fumetto come ispiratore della Pop Art e Roy Lichtenstein
•    Fumetto creatore di Città
•    Le leggi della fisica nel fumetto
Introduzione
1 Genesi del fumetto
2 Genere avventura
Il fumetto è una struttura narrativa formata da una sequenza progressiva e logica di disegni, con integrati  elementi di scrittura fonetica, cioè parole.  Il fumetto come termine è esclusivamente italiano, e deriva dal fatto che le parole compaiono in spazi definiti che ricordano nuvolette di fumo. Ogni singolo disegno che compone una tavola è chiamato vignetta.
E’ importante ricordare che il fumetto è legato alla stampa e alla sua divulgazione; ufficialmente nasce alla fine del 1800.
 

Fumetto: definizione storia

 

TESINA MATURITA' ANIME GIAPPONESI

I fumetti sono visti come moderno strumento d’espressione legati al mezzo giornalistico; hanno una genesi inseparabile dallo sviluppo della società industriale in quanto legati a progressi tecnici come l’applicazione alla stampa della macchina a vapore, la comparsa della rotiva bicilindrica , lo sviluppo delle ferrovie per il rapido trasporto delle pubblicazioni, la diffusione della luce elettrica che ha reso possibile la nascita dei giornali della sera e aumentato il tempo di lettura. L’arte dei fumetti si è sviluppata su questi presupposti tecnico-industriali.
Alle origini negli Stati Uniti, il primo pubblico leggente fu quello dei compratori di periodici, ovvero  il pubblico adulto e poi, visto che i primi fumetti erano derivati, o ampliamenti, della vignetta comica e dell’illustrazione dei libri per l’infanzia , l’ambito dei lettori si allargò ai figli dei compratori.  Successivamente si crearono dei fumetti che furono una via di mezzo tra la “kid-strips “ e il nuovo fumetto d’avventura,  furono degli ibridi di transizione. I fumetti poterono mostrare la propria vocazione fantastica e immaginativa in tutto il suo splendore  nel periodo precedente alla prima guerra mondiale quando dettero vita a prodotti  che, per la loro creatività, appaiono oggi quasi come precursori del dadaismo e del surrealismo.  In seguito, data la materia legata al romanzo d’avventura, presentarono vicende lunghe e complesse con la necessità di strutturare  il racconto in puntate successive. Furono questi fumetti “epici” a dare il via alla’età dell’oro.  Ma solo dagli anni 30 avrebbero iniziato a formarsi con la formula autonoma del comic-book.
 

Storia del fumetto: riassunto

 

TESINA SUI FUMETTI COLLEGAMENTI

Tentando di nobilitare le origini   storiche dei fumetti , si possono trovare delle relazioni anche  con remoti antecedenticulturali: pitture rupestri, geroglifici egizi, ceramiche greche, colonna
Traiana di Roma, Biblia Pauperum del medioevo , arazzo di Bayeux. Uno dei caratteri specifici dei fumetti risiede proprio nella loro natura come espressione di massa che nasce e si diffonde grazie all’industria giornalistica, nell’età d’oro del capitalismo industriale. La loro nascita appare assai vicina a quella di altri mass media fondamentali della società.
 

La figura dell'eroe nella letteratura e nei fumetti fino ai giorni nostri

 

I FUMETTI

I fumetti  cominciano ad adottare le loro convenzioni grafiche più caratteristiche verso il 1895. Proprio in questi periodi si formano grandi disegnatori , e in più in questo contesto si è inserita l’iniziativa di Joseph Pulitzer, proprietario del “New York World”, nel tentativo di aumentare la diffusione del giornale, lanciò un  supplemento domenicale con una pagina a colori, in cui intendeva riprodurre una pittoresca vignetta.  La prima vignetta  comics  su un giornale fu quella di “Yellow Kid” il 7 luglio 1895 dell’artista Felton Outcault; da considerarsi un chiaro antecedente del fumetto o come lo chiamano gli americani “baloon” perché di forma sferica: è la “nuvoletta“ che esce dalla bocca dei personaggi , costituendone il dialogo.