Fenomeno corruttivo: tesina di maturità

Appunto inviato da davidedalmaso95
/5

Gli effetti della corruzione sull'economia, le cause e le conseguenze della corruzione in Italia. Percorso multidisciplinare sul fenomeno corruttivo, con collegamenti in inglese, francese, economia aziendale e politica, geografia, diritto e storia (14 pagine formato pdf)

FENOMENO CORRUTTIVO: TESINA DI MATURITA'

Il fenomeno corruttivo.


Indice:
Introduzione
Economia Aziendale: Inquadramento del fenomeno corruttivo e dei suoi danni al sistema economico
Geografia: Legame tra corruzione e sottosviluppo
Diritto: La normativa italiana anticorruzione vigente
Economia Politica: I whistleblowers
Storia: Tangentopoli, il più grande scandalo corruttivo italiano
Bibliografia

Tangentopoli: storia in breve

 

FENOMENO DELLA CORRUZIONE

Motivazione della scelta: Il mio interesse per l'argomento è nato grazie al progetto del “Business Game” promosso da Fondirigenti presso il nostro istituto nel maggio 2013. Grazie a questa splendida opportunità ho maturato l'interesse per i problemi attuali dell'Italia e mi ha colpito soprattutto quanto accennato dai manager parlando dei danni della corruzione, che io consideravo un fenomeno di poco conto.

Successivamente ho visto il film-documentario “Mani Pulite” interessandomi maggiormente all'argomento, ai suoi affini e ad altri aspetti che scoraggiano la localizzazione e il progresso nel nostro Paese. Inoltre son riuscito a trarre maggiori informazioni grazie alla conoscenza, ottenuta frequentando due progetti scolastici, di due manager di FederManager Vicenza (A. Fipaldini, P. Busetti) e alla lettura quotidiana delle Headlines degli articoli di ACI Anticorruption e di Transparency International. Ho così deciso di trasformare questo mio interesse in una tesina che ritengo originale e di un certo spessore dovuto all'importanza e all'attualità dell'argomento.

Tema sulla mafia

 

DATI SULLA CORRUZIONE IN ITALIA

Analisi del Fenomeno: Il Rapporto del 2014 di Transparency International, che è l'organismo internazionale più importante per quanto riguarda la lotta alla corruzione e a fenomeni affini, ha portato alla luce risultati negativi riguardo alla situazione italiana. L'Italia si piazza infatti al 69esimo posto al mondo su 117 Paesi analizzati, a pari merito con Romania e Kuwait. Un risultato che non ci fa certo onore, ma che vede un leggero
miglioramento di 3 posizioni grazie a dei miglioramenti strutturali portati con diversi decreti e con la Legge Severino che hanno aumentato la trasparenza e l'integrità del settore pubblico. Questo trend italiano è evidenziato anche dal “EU-ANTICORRUPTION REPORT 2014” redatto dalla Commissione Europea che però mostra che il 97% della popolazione italiana pensa che la corruzione sia molto diffusa rispetto ad una media europea del 76%.

Tema su Falcone e Borsellino

 

EFFETTI DELLA CORRUZIONE SULL'ECONOMIA

Dal rapporto emergono dati allarmanti sia per quanto riguarda i danni del fenomeno all'economia italiana sia per quanto accertato dalla Commissione Europea sull'operato del Governo. L'Italia, infatti, si piazza rispettivamente terzultima e quartultima in Europa per
quanto riguarda l'efficienza del Governo e il controllo della Corruzione. Nella situazione critica dell'economia italiana si aggiunge il peso della “shadow
economy” ovvero dell'economia nascosta che si aggira intorno al 21,1% del PIL, a differenza di Paesi come Regno Unito e Francia che contano il 9,7% e 9,9% del loro PIL.
Oltre ai dati accertati dei danni del fenomeno corruttivo, ci sono da considerare i mancati proventi derivanti dalla mancata localizzazione di imprese straniere nel territorio italiano e dalla “fuga all'estero” di quelle italiane. Un dato significativo è rappresentato dal report dell'Unctad del 2013(=ente
sussidiario all'Onu che si interessa di commercio e sviluppo) dove il flusso di Ide (=investimenti diretti esteri) è crollato del 70% passando dai 34miliardi del 2011 ai 9,6 miliardi del 2012.

Le origini della mafia e la sua storia: tema

 

CAUSE DELLA CORRUZIONE IN ITALIA

Una delle cause di questa diminuzione è proprio la corruzione dilagante in Italia. L'immagine che si è radicata dell'Italia all'estero, infatti, è di un ambiente corrotto, ove si procede per conoscenza, bustarelle, favori ecc e questo certamente non attira imprese per bene, ma ulteriore corruzione.