Cioccolato, tesina

Appunto inviato da genz91
/5

La storia, caratteristiche e tipologie del cioccolato: tesina di maturità o per gli esami di terza media (6 pagine formato doc)

INTRODUZIONE PER TESINA SUL CIOCCOLATO

Storia e virtù del cioccolato.

La parola cacao, cocoa in inglese, è di origine atzeca e deriva da chocolatl. I maya impararono per primi a coltivare razionalmente l’albero del cacao, che, secondo una leggenda era stato donato agli uomini dal dio dell’aria e che veniva quindi venerato in tutti i riti religiosi. Gli atzechi fecero proprio il patrimonio culturale e religioso del popolo maya e continuarono a coltivare il cacao, riservandolo ai ricchi.
La bevanda era molto gradita mescolata anche a miele o altre spezie. Secondo la leggenda, il dio al quale si attribuiva l’esistenza dell’albero, Quetzalcoatl, il serpente piumato, rappresentato come un uomo dalla pelle bianca, rimase per un certo periodo di tempo tra gli uomini ad insegnare l’agronomia, l’astronomia, la medicina.Un giorno si allontanò su di una zattera dirigendosi verso est e da quel momento tutti attesero con impazienza il suo ritorno.

Cioccolato: tesina su proprietà e benifici


TESINA SUL CIOCCOLATO ALBERGHIERO

Quando il conquistatore Ferdinando Cortes arrivò da oriente, l’imperatore Montezuma e il polo atzeco esultarono credendo che il loro dio fosse finalmente tornato e offrirono con entusiasmo agli spagnoli il loro tesoro, il cacao, rendendoli anche partecipi dei loro riti propiziatori.Fu così che il cacao giunse in Europa,dove si iniziò a consumare la bevanda. Per quasi un secolo gli spagnoli ne costudirono gelosamente il segreto affidato ai monasteri l’esclusiva preparazione. Fu un italiano, ANDREA CARLETTI, nel 1606, a carpirne la ricetta ed a introdurre in Italia il sistema per preparare la bevanda; da qui la conoscenza del prodotto si estese rapidamente ad Austria e Francia. Il cioccolato arrivò in seguito anche in Olanda e in Inghilterra, dove i prezzi si mantennero a lungo alti. L’Inghilterra accolse inizialmente con diffidenza il nuovo prodotto, soprattutto per motivi anti-spagnoli e per la concorrenza nei confronti della birra prodotta con orzo e malto nazionali.

Cioccolato: tesina di maturità


TESINA SUL CIOCCOLATO LICEO SCIENTIFICO

La cioccolata acquistò notorietà in Francia dopo il matrimonio di Luigi XIV con Maria Teresa di Spagna, la cui “sola passione “ era proprio la cioccolata. Fu un ex paggio della regina madre Anna,David Chaillon, a ottenere il “privilegio esclusivo per 23 anni di fabbricare, far vendere e vendere in tutte le città del Regno una certa composizione chiamata cioccolato, sia in forma di liquore che in pasticche o come altrimenti vorrà”. Ciò indica che un passo avanti era stato fatto nella produzione del cioccolato, con la sua scoperta delle tecniche di evaporazione e macinazione. Nel 1693 la vendita fu liberalizzata, a scapito delle comunità religiose che speravano di poter acquistare il monopolio sulla bevanda nonostante le perplessità della Chiesa che per oltre un secolo si era interrogata sulla questione concernente l’interruzione o meno del digiuno ad opera del cioccolato.

Storia del cioccolato: riassunto


CIOCCOLATO NELLA LETTERATURA ITALIANA

Nel ‘700 la cioccolata divenne prodotto mondano come si può apprendere da quadri dell’epoca che raffigurano dame e cavalieri mentre sorseggiavano la squisita bevanda o delle commedie di Goldoni. Nel 1737 Carlo Linneo nel suo sistema naturae,classificò l’albero del cacao sotto il genere THEOBROMA, ovvero “ cibo degli dei”. Nel 1770 in Francia venne inaugurata la prima industria del cioccolato, la “Chocolats et Thès Pelletier & Compagnie”.La grande industria moderna del cioccolato inizia però solo nel XIX secolo con l’invenzione della polvere magra di cacao da parte di un Olandese e del cioccolato al latte da parte di uno Svizzero.