Tesina su Gioacchino Rossini: Guglielmo Tell

Appunto inviato da pagno94
/5

Tesina su Gioacchino Rossini: vita, composizioni e analisi particolare, con riassunto, dell'opera il "Guglielmo Tell" (19 pagine formato pdf)

TESINA SU GIOACCHINO ROSSINI: GUGLIELMO TELL

Tesina su Gioacchino Antonio Rossini nacque a Pesaro il 29 Febbraio del 1792.
Suo padre, Giuseppe Antonio, era un banditore del comune di Pesaro e integrava i guadagni, suonando il corno nelle manifestazioni teatrali.

Sua madre, Anna Guidarini, era una cantante.
Nel 1802 la famiglia Rossini si trasferì a Lugo ed in seguito in altre città dell’Emilia Romagna.
A Lugo Gioacchino conobbe i fratelli Malerbi ed ebbe il suo primo contatto con le musiche di Wolfgang Amadeus Mozart.
Nel 1806 entrò nel liceo musicale di Bologna, dove completò gli studi sotto la guida di Padre Mattei.
Grazie a questa scuola era in grado di suonare la viola, altri strumenti ad arco, il cembalo, il pianoforte e si perfezionò anche nel canto.
Durante gli anni del liceo a Rossini venne dato il soprannome di “tedeschino” per la cura che metteva nell’orchestrazione e per l’attenzione ai particolari armonici.
La sua irruzione nel campo teatrale fu folgorante.
Nel 1810 esordì al teatro San Moisé di Venezia con “La cambiale di matrimonio”.
Fino al 1823 ebbe un “periodo italiano” dove fece rappresentare oltre 30 opere tra buffe, serie e semiserie e dominò i teatri della penisola senza avere rivali.

Tesina su Gioacchino Rossini


GIOACCHINO ROSSINI: COMPOSIZIONI

Nella primissima fase tra i capolavori comici abbiamo:
- La cambiale di matrimonio (1810)
- L'equivoco stravagante (1811)
- L'inganno felice (1812)
- La scala di seta (1812)
- La pietra del paragone (1812)
- L'occasione fa il ladro, ossia Il cambio della valigia (1812)
- Il signor Bruschino, ossia Il figlio per azzardo (1813)
Ma qui Rossini non compì nessuna rivoluzione formale.
Tra le rappresentazioni serie abbiamo:
- Demetrio e Polibio (1812)
- Ciro in Babilonia, o sia La caduta di Baldassare (1812)
Nel 1813 inizia per Rossini la fase della maturità artistica.
In questi anni produsse capolavori come:
- Tancredi (1813)
- L'Italiana in Algeri (1813)
- Il Turco in Italia (1814)
- Il barbiere di Siviglia (1816)
- La gazzetta (1816)
- La Cenerentola, ossia La bontà in trionfo (1817).
Dal 1815 al 1822 fu direttore musicale del teatro San Carlo di Napoli.
Qui conobbe Isabella Colbran, cantante lirica, maggiore di età, che sposò a Castenaso il 16 marzo 1822 e da cui si separò nel 1837.
Nel 1823 Gioacchino Rossini compose “Semiramide”.
Successivamente il compositore si trasferì a Parigi.

Gioacchino Rossini: biografia, opere e teatro


GUGLIELMO TELL

Qui vi era una situazione artistica assai diversa dall’Italia. Il Romanticismo aveva preso piede, e la borghesia era in grado di guidare la vita artistica sia attraverso le direzioni dei teatri, sia attraverso i canali finanziari e la stampa.
IL Rossini allora iniziò a comporre opere che vennero rappresentate in francese e la prima fu “Le comte Ory”(1828).
Con questo capolavoro Rossini diede una svolta di modernità, pieno di sottili allusioni sensuali.
Nel 1829 andò in scena il “Guglielmo Tell”(“Le Guillaume Tell”) che rappresentò il culmine dell’adeguamento di Rossini al nuovo.
La storia del libretto fu scritta da Etienne de Jouy, tratta liberamente dal dramma di Schiller del 1804.
Questo Grand-Opéra costituirà una specie di testo sacro per il teatro successivo.
In Italia e in Francia, l’età romantica fu un periodo di cambiamento anche per l’opera, i cui argomenti non furono più tratti dalla mitologia e classici, bensì furono per lo più ispirati a soggetti storici.

.