Il romanticismo in musica: tesina di terza media

Appunto inviato da elisacimadamore
/5

Tesina di terza media sul romanticismo in musica: preromanticismo, Beethoven e fasi delle sue composizioni, romanticismo e nazionalismo in musica: il gruppo dei cinque, Chopin (13 pagine formato pdf)

IL ROMANTICISMO IN MUSICA: TESINA

Romanticismo musicale.

Durante la rivoluzione francese la musica:
•considerata come elemento di decorazione di feste e cerimonie pubbliche
•Serviva all’esaltazione dell’entusiasmo patriottico e a stimolare la capillare partecipazione delle masse
•Strumentalizzata per consolidare l’assetto del nuovo potere il messaggio politico poteva essere trasmesso a un gran numero di cittadini tramite la musica (propaganda attraverso le opere letterarie aveva limitazioni di diffusione, tasso di analfabetismo della popolazione francese nel fine ‘700 era pari al 65%)
•Composizioni di odi, inni alla libertà, alla natura, canti patriottici, civili, morali, per la partenza o il ritorno dell’armata (es. La Marsigliese, 1792 )
•I compositori sostituirono agli intrecci polifonici e agli artifizi costruttivi della musica precedente grandi sonorità, tessiture vocali elementari, motivi orecchiabili, cori all’unisono, strutture semplici ma d’effetto.

Tesina di terza media sull'Ottocento

LE FORME MUSICALI DEL ROMANTICISMO

Aspetti caratteristici del linguaggio musicale romantico:
-SONORITA’ accentuata e nuova sensibilità per il suono in sé.

L’orchestra costituisce una fonte inesauribile di colori ed effetti timbrici. (Nacque la figura del direttore d'orchestra, a causa della complessità della gestione di orchestre sempre più grandi, mentre Spohr, Weber e Mendelssohn iniziarono la tradizione di prove condotte con grande disciplina, adeguando così l'orchestra al nuovo ed imponente repertorio)
-ARMONIA a cui si attribuisce una funzione espressiva (e non più architettonico-formale)
-MELODIA determina l’aspetto individuale della creazione del compositore. Caratterizzata da maggiore flessibilità nell’estensione delle frasi.
-RITMO aspirazione a superare il principio di regolarità metrica
-FORMA meno sistematicità nell’organizzazione del brano, sviluppi tematici irregolari.L. van BEETHOVEN
•Radicato nel suo personaggio il desiderio di affermarsi come compositore e di conquistare un posto importante nella tradizione musicale del tempo. Era pienamente consapevole delle sue potenzialità e del suo genio.
•L’intera vita di Beethoven fu segnata da profondi conflitti interiori, da periodi di crisi psicologiche che lo conducevano alla solitudine e all’infelicità.
•Caratteristica della sua personalità è la tensione tra obbedienza e ribellione, tra il bisogno di essere accettato da coloro che detenevano il potere nella società e l’impulso a criticarne i comportamenti.
•Fedele ai principi illuministici di libertà e uguaglianza ma non aveva l’atteggiamento di conformismo e utilitarismo nei confronti della società.

ROMANTICISMO MUSICA, AUTORI

Frédéric Chopin. La sua produzione artistica comprende quasi esclusivamente composizioni per pianoforte e fu concepita in funzione della propria attività di strumentista. Chopin si esibì soprattutto nei salotti dell’alta società parigina ed è dominata dal gusto per la leggerezza e l’eleganza in cui la musica tende a riversare la carica emotiva sulla cantabilità e sull’esibizione virtuosistica.
L’effetto sonoro desiderato da Chopin richiede all’esecutore un tocco ed una tecnica perfetti, ma anche una marcata sensibilità nell’uso dei pedali e nel mettere in evidenza valori espressivi differenti inerenti la dinamica, l’agogica, la costruzione melodica e l’organizzazione ritmica.
All’esecutore si chiede un’applicazione, dove opportuno, del rubato che consiste in una accelerazione della frase melodica evitando la scansione ritmica rigorosa.
I venti Notturni composti tra il 1827 e il 1846 sono composizioni contraddistinte dal carattere malinconico e dalla tendenza ad evocare un’atmosfera intima e raccolta. Sono pagine che mostrano la capacità dell’autore di esplorare la materia sonora e si distinguono per l’intenso lirismo delle linee melodiche della mano destra.
Solitamente hanno una struttura tripartita con una parte centrale contrastante e più animata rispetto al disteso lirismo delle sezioni contigue.
Chopin scrisse inoltre numerose Mazurke e Polacche che sono composizioni che derivano dalla tradizione nazional popolare polacca, ma le rielabora attraverso un processo raffinato e ad esse Chopin associa un’ampia gamma di stati d’animo.