Educazione: significato pedagogico

Appunto inviato da mcmile
/5

Tesina di maturità sull'educazione nell'ambito della pedagogia con i diversi pensieri di Socrate, Platone, Aristotele e con i pensieri dei poeti latini Terenzio e Catone (8 pagine formato doc)

EDUCAZIONE: SIGNIFICATO PEDAGOGICO

La parola educazione viene originalmente dal latino educere che significa letteralmente condurre fuori, liberare, far venire alla luce qualcosa che è nascosto, portare a compimento.

L’educazione è il processo attraverso il quale un individuo riceve e impara delle particolari regole di comportamento in modo metodico e razionale che sono condivise nel gruppo familiare e sociale in cui è inserito. Può essere anche definita come l'atto, l'effetto dell'educare o come buona creanza, modo di comportarsi corretto e urbano nella società e con altri individui.
L'educare coincide nel guidare e formare qualcuno, specialmente i bambini, gli adolescenti e i giovani, affidando e sviluppando le loro facoltà intellettuali e qualità morali per far si che essi raggiungano la maturità e la preparazione per svolgere determinati compiti. Il termine educazione è anche sinonimo di buona condotta, cioè del rispetto dei doveri e dei diritti.
La corretta condotta deve essere svolta secondo norme sociali che non sono obbligatorie, perché sono di condivisione generale, dette di buone maniera o di gentilezza.

Educazione sociale: tema

SIGNIFICATO DI EDUCAZIONE

Il compito dell’educazione è indirizzare i giovani verso l’autonomia ed essere così in grado di provvedere ai propri bisogni da sé e ad inserirsi all’interno della vita sociale.
Uno dei fattori più influenti sull’educazione è il tipo di società in cui si vive: ogni società ha la sua storia, i suoi valori e i suoi aspetti economici, sociali, politici che la caratterizzano. Tutto ciò influenza il modo di educare e i rapporti educativi. Infatti ogni società produce il suo sistema educativo con le sue strutture, le sue proposte, i suoi contenuti, i suoi programmi e i suoi metodi.
Anche le particolari condizioni dell’ambiente sociale e degli ambienti famigliari danno all’educazione delle particolari sfaccettature: infatti i modelli educativi variano da una nazione all’altra, da un ambiente all’altro, da una famiglia all’altra, da un tipo di scuola all’altro.

Tema sull'educazione: significato

COS'E' L'EDUCAZIONE

Inoltre c’è da dire che non può esistere l’educazione senza l’autorità e senza obbedienza, in quanto l’autorità guida il giovane alla libertà e alla piena realizzazione di sé. La parola Autorità deriva dal latino augere, che significa far crescere, e ciò si riferisce a colui che ha raggiunto una metà e quindi una certa maturità personale e può così guidare e indicare la strada ad un altro.
Si può considerare come scienza dell’educazione la pedagogia è la teorizzazione consapevole e sistematica dell’azione educativa, maturata sulla base degli educatori. La parola pedagogia deriva dal greco παιδαγογια, παιδος e αγω e sta a significare condurre, accompagnare, guidare il bambino; nell'antichità il pedagogo era uno schiavo che accompagnava il bambino nel processo educativo. Già in epoca medievale il pedagogo era il servo del re e si occupava dell'istruzione dei giovani principi e cortigiani. La pedagogia è nata come riflessione teorica necessaria per dare aspetti più formali, istituzionali  e scientifici all’educazione.

I modelli educativi nell'antica Grecia, appunti

EDUCAZIONE: DEFINIZIONE

Nella Grecia arcaica sono custoditi gli ideali educativi antichissimi: l’’ideale dell’eroe prodotto come espressione dell’areté porta avanti l’idea educativa greca alla consapevolezza di sé, infatti l’educazione cessa di essere un processo di acculturazione e di socializzazione ma diventa un’imitazione di modelli ideali, concentrandosi sulle figure degli eroi che rappresentano le
espressioni più elevate di forza, di coraggio e di energia intellettuale e diventano così modelli del comportamento eticosociale. In questa società nasce il primo educatore greco: Omero.