Educazione nell'antica Grecia: tesina

Appunto inviato da nana13
/5

Tesina sull'educazione nell'antica Grecia: il metodo di Sparta e il metodo di Atene, Socrate, Platone e Aristotele (9 pagine formato doc)

EDUCAZIONE NELL'ANTICA GRECIA

L’educazione nell'antica Grecia.

La Grecia è la culla della nostra stessa civiltà, vi è sorto il pensiero filosofico con le strutture che sono proprie ancora della nostra cultura e nelle quali ci riconosciamo.
I greci per primi hanno formulato un concetto dell’uomo ideale come incontro tra prestanza fisica e bellezza spirituale: ideale armonico al quale si sono ispirate la poesia, le opere di storia e soprattutto la politica e l’educazione.
Per ricostruire la storia della pratica educativa e della psicologia nell’Occidente, dovremo attingere alle sue origini che sono fondamentalmente greche.

I modelli educativi nell'antica Grecia, appunti


L'EDUCAZIONE A SPARTA E ATENE

Il metodo spartano. Il metodo ateniese.

L’educazione ateniese presentava le caratteristiche proprie dell’educazione classica, che si preoccupa di sviluppare le qualità fisiche, morali e intellettuali dell’uomo (educazione umanistica).
L’educazione ateniese aveva il difettosi essere riservata  a una classe privilegiata e di trascurare i valori dell’infanzia, non adeguando i suoi metodi alle esigenze dell’età.

Tema di psicologia sull'educazione


SISTEMA SCOLASTICO IN GRECIA

Socrate (469 a.C. – 399 a.C.). La vita. Socrate, un uomo di modesta origine, ma di eccezionale grandezza d’animo.
Praticò l’arte ostetricia, ma la esercitava in un modo tutto spirituale, aiutando i discepoli a far nascere da loro stessi la verità.
Era un uomo che aveva più a cuor le sorti della verità che gli interessi della famiglia.
Partecipò alla vita pubblica solo quando chiamato e spinto dalle circostanza, ma in ogni occasione, diede prova di fermezza e grande onestà.
Diceva di avere dentro di se la voce di un Dio che lo spingeva continuamente a filosofare, a insegnare interrogando, secondo il metodo suo proprio.
Profondamente convinto che esistono dei valori costanti, delle verità immutabili, spese la vita nella ricerca di tali valori, testimoniando, in un epoca di corruzione e di crisi, che cosa possa un uomo spiritualmente grande, coerente con se stesso fino alla morte.
Socrate venne accusato di non prestare ossequio agli dei patri, di voler introdurre il culto di nuove divinità e di corrompere i giovani.
Ambedue le accuse erano infondate, ma il malvolere dei giudici e lo stesso atteggiamento poco conciliante dell’accusato, condussero alla condanna a morte. La pena era commutabile nell’esilio, ma Socrate preferì morire perché (Apologia) se non era gradito ai suoi concittadini, non poteva sperare sorte migliore in una città straniere.

Tema sull'educazione sociale


EDUCAZIONE AD ATENE

Morì bevendo cicuta (un veleno che provoca la progressiva paralisi) nel 399 a.C.
Socrate rimase sereno a conversare con loro sino all’ultimo, trattando un argomento sublime, l’immortalità dell’anima.
È nota la  confessione di ignoranza che Socrate faceva di se stesso, egli era il più saggio perché sapeva di non sapere (principio della sapienza)
Metodo Socratico. Metodo di insegnare interrogando. Menone tema della virtù e della sua insegnabilità (Socrate chiede a Menone il concetto di virtù, egli gli propone solo esempi di virtuosità). Vi sono due momenti successivi : quello dell’ironia e quello della maieutica.