Comunicazione: tesina

Appunto inviato da pinkky89
/5

Tesina sulla comunicazione: definizione, elementi della comunicazione e descrizione dei processi comunicativi (tipologie, differenze, esempi di comunicazione efficace ed errata) (11 pagine formato doc)

COMUNICAZIONE: DEFINIZIONE

Definizione e tipologia.

Il termine comunicazione deriva dal verbo comunicare che nel suo significato originale (latino) vuol dire "mettere in comune" ossia condividere con gli altri pensieri, opinioni, esperienze, sensazioni e sentimenti.
La comunicazione non è semplicemente parlare ma presuppone necessariamente una relazione e quindi uno scambio.
Vari sono i tipi di comunicazione e, tralasciando quelli non umani (animali, multimediali, ecc.).

Tesina sulla psicologia


CHE COS'E' LA COMUNICAZIONE

La comunicazione umana si distingue in: Comunicazione sociale e Comunicazione interpersonale. La comunicazione sociale più nota come comunicazione di massa viene realizzata da una o poche persone ed è rivolta a molti individui (televisione, stampa, radio, pubblicità, utenti e riceventi).

La comunicazione interpersonale coinvolge 2 o più persone e si basa sempre su una relazione in cui gli interlocutori si influenzano sempre l'un l'altro, anche quando non se ne rende conto.

La comunicazione e i mezzi di propaganda: tesina di maturità


COMUNICAZIONE VERBALE E NON VERBALE

La comunicazione interpersonale si suddivide a sua volta in :
Comunicazione verbale
Che avviene attraverso l'uso del linguaggio sia scritto che orale e che dipende da precise regole sintattiche e grammaticali.
Comunicazione non verbale
Che avviene senza l'uso delle parole attraverso vari canali: mimiche facciali, sguardo, gesti, posture, andature, abbigliamento.
Comunicazione para verbale
Che riguarda soprattutto la voce (tono, volume, ritmo), ma anche le pause, le risate, il silenzio ed altre espressioni sonore (schiarirsi la voce, tamburellare, far suoni) e il giocherellare con oggetti. Sia la comunicazione non verbale che il paraverbale inviano messaggi spesso inconsapevoli di tipo emotivo. Ad esempio è stato dimostrato che per scoprire un mentitore basta ascoltare il tono della sua voce che vibra, ma non è facile distinguerlo  ad orecchio nudi (con delle attrezzature sì).

La comunicazione: tesina di maturità


GLI ELEMENTI DELLA COMUNICAZIONE

Elementi e circolarità comunicativa
Affinché avvenga una comunicazione sono necessari i seguenti elementi: emittente, ricevente messaggio, codice, canale, contesto, filtri.
     L’emittente, anche detto trasmittente, è chi invia il messaggio e dando così inizio alla comunicazione.
     Il ricevente , anche detto destinatario, è colui a cui viene inviato il messaggio.
     Il messaggio, anche detto contenuto, riguarda ciò che viene comunicato e può essere di varia natura.
     Il codice, anche detto linguaggio, (verbale , non verbale, paraverbale)  riguarda il modo in cui si comunica dando un significato convenzionale al messaggio
     Il canale, è il mezzo con cui avviene la comunicazione ( a livello verbale la voce,a livello non verbale mimico il viso,sguardo gli occhi, la postura il corpo, andatura gli spostamenti, abbigliamento gli abiti, per il paraverbale la voce, le mani per il tamburellare, ecc.).
     Il contesto riguarda il luogo, il momento e le circostanze in cui si comunica.
     I filtri, riguardano tutto ciò che disturba, altera o più raramente? Facilita la comunicazione; possono essere fisici (rumore, brusio, volume basso della voce, silenzio) che psicologici (aspettative, bisogni, pregiudizi, vissuti emotivi). Mentre i filtri fisici sono più facilmente gestibili, quelli psicologici sono più complessi da evitare proprio perché sono quasi sempre inconsapevoli.