Tesina su Anna Freud: biografia e pensiero

Appunto inviato da vedolagentescema
/5

Tesina di psicologia su Anna Freud: biografia e pensiero della figlia di Sigmund Freud; Anna Freud si occupò soprattutto della psicoanalisi infantile e dello studio dei meccanismi di difesa dell'Io (3 pagine formato doc)

TESINA SU ANNA FREUD: BIOGRAFIA E PENSIERO

Anna Freud.
Anna Freud fu la quinta figlia di Sigmund Freud, da cui ispirò tutti gli studi della sua vita.
Ella, infatti, dagli anni ’40 in poi fondò una branca della psicoanalisi, la cosiddetta “psicoanalisi infantile” grazie al suo libro “Psicologia dell’Io”.
Questo movimento psicologico ebbe molta fortuna negli Stati Uniti tra gli anni ’40 e ’70.
Cenni freudiani
Nell’ambito della personalità, Freud formula 2 teorie.
La prima teoria psicodinamica afferma che esistono 3 istanze psichiche:
- conscio, composto da tutto ciò che è nella consapevolezza, nella superficie della mente;
- preconscio, maggiormente nascosto, contiene tutto ciò a cui si può accedere mediante tecniche specifiche, come la verbalizzazione;
- inconscio, comprende tutto ciò che è inaccessibile se non grazie ad una particolare relazione d’aiuto ed è centrale nei processi di personalità.
La seconda teoria psicodinamica freudiana afferma che le 3 istanze sono:
- Es, l’istanza più primitiva, composta da tutte le pulsioni istintuali atte a raggiungere una meta, cioè alla soddisfazione di un piacere biologico;
- Io, svolge il ruolo di bilancia tra Es e Super-Io e rappresenta l’istanza razionale e realistica che cerca di mediare le pulsioni inaccettabili rendendole accettabili.

- Super-Io, l’istanza composta dalle leggi morali ed etiche, si basa sul concetto di bene e male.

Tesina su Sigmund Freud: eros e thanatos

ANNA FREUD: MECCANISMI DI DIFESA

I meccanismi di difesa dell’Io - La Freud pubblica “L’Io e i meccanismi di difesa” che approfondisce il lavoro del padre e si occupa “dei mezzi e dei modi con i quali l’Io respinge il dispiacere ed esercita un controllo sul comportamento impulsivo, gli affetti e le pulsioni”.
Mediante questo lavoro, la Freud dà un’altra impronta alle istanze della personalità, assegnando all’Io un ruolo più centrale. Infatti esso è l’organo centrale nel processo di adattamento e svolge la funzione di armonizzare le esigenze dell’Es e del Super-Io in modo da permettere uno sviluppo corretto della personalità.
Per meccanismi di difesa dell’Io, quindi, si intendono quelle funzioni proprie dell’Io attraverso le quali questo si protegge da eccessive richieste libidiche o da esperienze di pulsioni troppo intense, che non è in grado di fronteggiare direttamente.
Secondo la Freud, un meccanismo di difesa dell’Io non è indice di una patologia.
essendo sintomo di una personalità equilibrata e in salute.
Questo diventa patologico quando dura nel tempo e aumenta di gravità, senza lasciare spazio ad una visione vera della realtà. Prende quindi il nome di nevrosi.
Quindi lo sviluppo infantile è profondamente legato, per la Freud, al mondo familiare e sociale e il compito della psicoanalisi infantile è quello di riequilibrare le condizioni psicologiche del bambino in crisi, causate da un’educazione sbagliata o dall’abbandono, ma anche di operare sui genitori per far in modo che siano capaci di comunicare efficacemente ai figli prevenendo altri disturbi mentali.

La psicologia dell'io: Hartmann e Anna Freud

ANNA FREUD: PENSIERO

Le iniziative socio-educative. La Freud insieme alla sua amica e collega Dorothy Burlingham fonda nel 1938 la Hampstead War Nurseries per l’assistenza ai bambini abbandonati. Con una serie di studi, individuò la principale causa del ritardo dello sviluppo psico-fisico infantile nella mancanza di una relazione stabile tra madre e bambino.