Disturbo post traumatico da stress o depressione

Appunto inviato da gracemeda
/5

Riassunto sul disturbo post-traumatico da stress o depressione (6 pagine formato doc)

DISTURBO POST TRAUMATICO DA STRESS O DEPRESSIONE

Depressione derivata da trauma o stress.

Il trauma è una lesione o un forte shock emotivo che si può subire in una situazione di immediato e diretto pericolo di morte o nel caso si perda una persona cara.
Fra le conseguenze dei traumi vi è lo stress, cioè l’alterazione dello stato di benessere mentale o fisico.
Per stress post-traumatico s’intende la condizione psicologica conseguente ad un trauma.
Uomini e donne possiedono geneticamente dei campanelli d’allarme che li predispongono ad affrontare il pericolo, ma la maggior parte non è preparata alle situazioni forti tanto da cambiare loro la vita.
L’individuo rimane fermo al campanello d’allarme senza riuscire ad elaborare un meccanismo di risposta comportamentale adeguata a proteggerlo dal pericolo.
Stando alle esperienze passate, chi ha subito stress post-traumatici ha alte probabilità di avere problemi rappresentati da irritabilità, fragilità emotiva, incubi.
Tutti questi disturbi fanno parte di quella che è nota come sindrome da stress post-traumatico (PTSD).

Tesina sullo stress post-traumatico

DISTURBO POST TRAUMATICO DA STRESS CRONICO

Chi è esposto a disturbi da stress post-traumatico?
Per definizione i disturbi da stress post-traumatico sono la conseguenza dell’essere stati esposti ad un avvenimento traumatico inteso come una forma qualsiasi di danno importante.
Questa definizione è oggi stata allargata anche all’essere stato presente a o all’essere stato informato di morti inaspettate o violente, di lesioni fisiche importanti o il sapere che un familiare o una persona cara è stata esposta al pericolo di morte o di traumi fisici significativi.
E’ ovvio che più il contatto con l’esperienza traumatica è stato diretto, maggiore sarà l’impatto emotivo e fisico e più alte le probabilità che si vada incontro a disturbi.
Alcune persone hanno una reazione forte a traumi remoti, mentre altri affrontano esperienze terribili senza subirne conseguenze. Si possono soltanto individuare alcune regole generali.
La maggioranza degli studi ha messo in evidenza che le donne hanno una probabilità maggiore degli uomini di andare incontro alla disturbi da stress post-traumatico.
Un’esperienza traumatica è più facile che sfoci in disturbi se il soggetto ha avuto in precedenza esperienze dello stesso tipo; le persone più vulnerabili sono quelle che hanno dimostrato in precedenza una fragilità psichiatrica quali i soggetti che avevano sofferto di depressione, di ansia o di un’anomalia della personalità.
Alcuni ricercatori hanno cercato risposte nell’anatomia del cervello attraverso studi che hanno rilevato come la presenza di un ippocampo (una regione del cervello) molto piccolo sarebbe associato con una maggior probabilità di disturbi da stress post-traumatico.

Adolescenza e depressione: tema

DISTURBO POST TRAUMATICO DA STRESS: SINTOMI FISICI

I sintomi da stress post-traumatico
Il tutto si trasforma in processi di elaborazione psicologica che portano ai sintomi classici dei disturbi da stress post-traumatico: ipervigilanza, ipersensibilità, ricordi ricorrenti dell’evento, incubi, comportamenti di fuga, sintomi di depressione, disturbi del sonno, dell’appetito ed instabilità caratteriale.
Questa elaborazione emotiva è un processo incontrollabile, imprevedibile e che si può presentare subito, ma anche dopo mesi.
I traumatizzati mettono in atto comportamenti che li tengono lontani dagli stimoli temuti e la mancata elaborazione emozionale della reazione all’evento stressante porta ad un accumulo di ansia e tensione che con il passare del tempo si cronicizza in un vero e proprio stato depressivo

.