Inconscio tra sogno e ipnosi

Appunto inviato da littlefreud
/5

Storia dell'ipnosi partendo da Mesmer, passando per il Marchese de Puisègur, Charcot, Freud e infine Erickson. Storia del sogno partendo da Aristotele, passando per Freud, Jung, Fromm e infine Sante de Sanctis. (29 pagine formato )

L’inconscio (già oggetto di studio da parte di filosofi quali Herbert, Leibniz, Schopenhauer, di romanzieri come Dostoevskij, Schnitzler) venne riconosciuto da Freud come la parte più     difficilmente accessibile della nostra mente, quella che nasce e continua a costituirsi nel corso della vita attraverso l’azione della rimozione.

LA RIVOLUZIONE DELL'INCONSCIO>>


L’intento di questa tesina è quello di rendere note le tecniche dell’ipnosi e quelle dell’interpretazione dei sogni soprattutto con Freud ma anche con altri studiosi prima e dopo di lui.
Il presente elaborato si articola in due parti.


IL SOGNO E L'INCONSCIO>>


La Prima Parte riguarderà un breve accenno storico sulla tecnica ipnotica, verrà sottolineato il suo corso ricco di insidie  che si è protratto fino ai giorni nostri, poi verranno prese in considerazione le tecniche ipnotiche messe in pratica da Mesmer, uno dei primi studiosi ad interessarsi di ipnosi, dal Marchese de Puisègur allievo di Mesmer, da Charcot, colui che ha introdotto Freud all’ipnosi, da Erickson, che può essere considerato uno dei maggiori teorici dell’ipnosi contemporanea, ma soprattutto da Freud che ha fornito in tema di ipnosi, un contributo notevole.


L'INCONSCIO E LA RIMOZIONE DI FREUD>>

La seconda parte comprenderà una breve esposizione storica riguardante le interpretazioni dei sogni. Poi seguiranno le teorie e le considerazioni effettuate da Aristotele, Jung che riprende alcuni argomenti trattati da Freud, e in particolare da Freud con la sua, ormai molto nota, “Interpretazione dei sogni”.