Relazione su un anziano

Appunto inviato da 123marta
/5

Relazione di psicologia su un anziano. BADL, giornata tipo... (4 pagine formato doc)

ISTITUTO PROFESSIONALE DI STATO PER I SERVIZI COMMERCIALI “Leonardo Da Vinci” Padova, via S.
Giovanni da Verdara 36 tel 049/8724155 fax 049/8724196 Anno scolastico 2005/2006 Relazione di Psicologia Professore: Bosco Ezio Alunna: Leoni Marta Tirocinio dal 20-03-06 al 01-04-06 Casa di Riposo Fondazione Vincenzo Stefano Breda Via Ippodromo, 2 - Ponte di Brenta (PD) NOME: Ermenegilda ETA: nata il 7 dicembre 1927, quindi di 78 anni PROVENIENZA/FAMIGLIA: viveva a Galta di Vigonovo, dove lavorava la terra. Suo marito, Pietro, è morto durante la prima settimana del mio tirocinio in struttura. Ha tre figli, che vengono a salutarla molto frequentemente.
Il suo ingresso in struttura risale al 10 marzo 2004. PROBLEMI/DIFFICOLTA CHE IL PAZIENTE PRESENTA: è affetta da un ictus derivato da un'ischemia, e presenta grossi problemi di disfagia. Infatti, mangia solo cibi omogeneizzati, e l'acqua la beve solo se addensata. Soffre di incontinenza. Importante ricordare anche che precedentemente aveva avuto un infarto, e che a causa dell'ictus, è affetta da un'emiplegia sul lato destro del corpo, poiché l'ictus aveva colpito la parte sinistra del cervello. È affetta da afasia, e presenta un'ipoacusia sinistra. Capacità di fare il bagno: DIPENDENTE. Ermenegilda non riesce a lavarsi autonomamente, e infatti viene lavata sempre dagli Operatori. La situazione è aggravata dall'emiplegia, che impedisce alla paziente di poter contribuire al lavaggio anche solo con un minimo aiuto. Capacità di vestirsi: DIPENDENTE. Ermenegilda non riesce a vestirsi da sola. Riceve aiuto dagli Operatori, che la gestiscono durante la vestizione e la svestizione. Capacità di spostarsi: DIPENDENTE. Ermenegilda non riesce ad alzarsi da sola dal letto. Ha bisogno di essere aiutata e gestita in questa attività dagli Operatori. La paziente non cammina, e durante la giornata deambula con la carrozzina, con la quale è autonoma e si autospinge, grazie ad un sistema che le permette di decidere la direzione attraverso l'uso della sola mano sinistra. Capacità di alimentarsi: INDIPENDENTE. Ermenegilda può mangiare solo cibi omogeneizzati, e in questo modo non necessita aiuto per tagliare gli alimenti. Con il cucchiaio, riesce a mangiare autonomamente. Spesso, però, viene aiutata ugualmente dagli Operatori, per impiegare meno tempo. Capacità di recarsi ai servizi igienici: DIPENDENTE. Ermenegilda viene portata in bagno e lavata dagli Operatori. Capacità sfinterica: DIPENDENTE. Ermenegilda indossa il panno, e gli Operatori frequentemente controllano se il panno è da cambiare. La valutazione globale è riassumibile così: DIPENDENTE in tutte le funzioni eccetto nell'alimentazione. Ermenegilda viene svegliata alle 8, e tra questa ora e le 8.30 viene lavata e vestita dagli Operatori, che la fanno sedere sulla sua sedia a rotelle, e, dopo averla accompagnata fuori dalla stanza, nel corridoio, la paziente si dirige autonomamente fin davanti alla porta dell'ascensore, e grazie ad esso, arriva al piano ter