Tesina di terza media sul novecento

Appunto inviato da skinina
/5

Tesina multidisciplinare per scuole medie sul novecento: Ermetismo e Montale, secondo dopoguerra, olocausto, organismi internazionali, guerra fredda, piano Marshall, geografia degli Stati Uniti, reazioni nucleari, bomba atomica, olimpiadi, sport oggi, arte nel novecento, espressionismo, la musica jazz e blues (21 pagine formato doc)

TESINA DI TERZA MEDIA SUL NOVECENTO: COLLEGAMENTI

Tesina di terza media sul Novecento.

Indice: Letteratura: L’ermetismo; Vita e Opere di Eugenio Montale; Gli Ossi di Seppia; Meriggiare Pallido e Assorto; Commento e Versione in Prosa; Storia: Il secondo dopoguerra, le conseguenze della Seconda Guerra Mondiale, L’olocausto, La Pace e la situazione territoriale in Germania, Gli Organismi Internazionali, La Guerra Fredda, Il Piano Marshall, Il dopoguerra in Italia; Geografia: Gli Stati Uniti, Il territorio, storia, Le città più importanti, L’economia, I pro-blemi, L’agricoltura, La popolazione; Inglese: education, Education in the USA, Education in Britain;  Scienze: Le reazioni nucleari, La bomba atomica, Educazione Tecnica: L’energia nucleare, I Reattori nucleari, Le centrali nucleari, La centrale nucleare di Chernobil; Educazione Fisica: Le Olimpiadi, Le Olimpiadi moderne, Le Olimpiadi Antiche, Lo sport oggi; educazione Artistica: L’arte nel Novecento, L’Espressionismo; Educazione Musicale: Il jazz, Le origini del jazz, Il blues, Il jazz a New Orleans.

Il 900: tesina per scuole medie


IL NOVECENTO IN GENERALE

LETTERATURA: L’ermetismo. Nel Novecento si forma una corrente letteraria che prende il nome di Ermetismo.

In un certo senso viene inteso come la continuazione del Decadentismo, solo che diviene più pieno e consapevole. Dal decadentismo, esso accoglie la sfiducia nella ragione dell’uomo ed il mistero dell’esistenza.
L’ermetismo scioglie decisamente dalla poesia tutte le regole grammaticali e sintattiche per dare alla parola una sensibilità nuova.
Questa poesia è sostenuta soprattutto da un'intelligenza critica che stimola il lettore e lo fa partecipare attivamente all’opera del poeta, ricreandone i momenti fondamentali in un’unica armoniosità.
Le origini dell’ermetismo sono date dalla poesia simbolica francese e in Italia inizia nel 1914 con una rivista, ma si sviluppa soprattutto dopo la prima guerra mondiale. I poeti er-metici vogliono far affiorare il mondo del subconscio spingendosi oltre la soglia del mon-do cosciente ed infatti il linguaggio della poesia ermetica è basato non su legami logici ma intuitivi.
Infatti tuttora, ancora non si è riusciti a dare un giudizio definitivo agli ermetici, perché la loro poesia è ancora incomprensibile e oscura.
I più grandi esponenti della poesia ermetica sono: Giuseppe Ungaretti, Eugenio Monta-le e Salvatore Quasimodo.

I totalitarismi a confronto: tesina di terza media


PRINCIPALI SCOPERTE SCIENTIFICHE DEL 900

Vita e Opere di Eugenio Montale. L’infanzia e la giovinezza di Montale, che nacque a Genova nel 1896 da una agiata fa-miglia borghese, sono caratterizzate da una grande passione per il canto e da uno stretto contatto con la propria terra d’origine, Genova e Monterosso. I paesaggi liguri sono ele-menti essenziali nella sua prima stagione poetica che inizia nel 1916, data della prima stesura di Meriggiare pallido e assorto, il più vecchio degli Ossi di seppia. Subito dopo Montale partecipa come volontario alla prima guerra mondiale, ma, a differenza di altri scrittori-soldati come Ungaretti, questa esperienza non lascia che deboli tracce nella sua opera. Il trauma che lo spinge a scrivere è esistenziale ed intimo, perché lui stesso affer-mò che fin dalla nascita aveva sentito una totale disarmonia con la realtà che lo circon-dava. Questo senso di una profonda estraneità alla vita e al mondo sta all’origine della sua poesia perché egli affermò che l’arte è la forma di vita di chi veramente non vive: un compenso o un surrogato, ciò però non significa affatto che il poeta deve rinunciare alla vita perché è la vita che si deve incaricare di sfuggirgli.