Le risorse energetiche: tesina

Appunto inviato da rix97
/5

Le fonti di energia rinnovabili, non rinnovabili e le risorse minerarie. Tesina sulle risorse energetiche (6 pagine formato doc)

RISORSE ENERGETICHE: TESINA

Le risorse.

Una risorsa naturale è un qualsiasi elemento – minerale, vegetale e animale – utilizzato dall’uomo per soddisfare le proprie necessità. Si distinguono in risorse rinnovabili e non rinnovabili in base al tempo di riferimento, cioè affinché si riformi nel tempo.
-    Le risorse non rinnovabili
Le risorse non rinnovabili sono quelle che si rinnovano lentamente. Vengono utilizzate attualmente nelle industrie e nella vita quotidiana. Le principali risorse non rinnovabili sono:
I combustibili fossili: sono risorse energetiche naturali derivate da processi di fossilizzazione di materia organica animale o vegetale.
Questi bruciano facilmente, liberando grandi quantità di calore.
Nelle centrali elettriche questo calore viene utilizzato per trasformare l’acqua in vapore. Il vapore mette in moto una turbina, a sua volta collegata ad un generatore in grado di trasformare l’energia meccanica in energia elettrica. Quest’ultima viene distribuita su tutto il territorio nazionale tramite i cavi dell’alta tensione.

Le fonti di energia: riassunto

FONTI DI ENERGIA RINNOVABILI E NON RINNOVABILI

Carbone: è il principale combustibile fossile. Esso ha origine dall’accumulo di resti organismi vissuti nel passato, i quali hanno subito particolari processi di decomposizione in ambienti privi di ossigeno.
•    Inizialmente, il processo di carbonizzazione trasforma i resti vegetali in torba, un deposito soffice, ricchi di acqua e con un contenuto di carbonio inferiore al 50%.
•    Se la torba è sottoposta a un aumento di pressione e temperatura perde un ulteriore porzione di acqua, arrivando fino ad un contenuto di carbonio del 50-60%, trasformandosi in lignite.
•    Se il processo continua la lignite si trasforma in litantrace, costituita dal 60% al 90% di carbonio; è il carbone più utilizzato.
•    Alla fine del processo la litantrace si trasforma in antracite, formata da quantità superiori al 90% di carbonio. Essa brucia lentamente, senza produrre fumo, e ha un rendimento calorico molto alto. È il carbone più raro e pregiato.
Gli idrocarburi: sono composti che contengono solo atomi di carbonio e idrogeno. Possono trovarsi in forma gassosa (come il metano), sotto forma di miscugli liquidi (come il petrolio) e solidi (come i bitumi).

Risorse energetiche: riassunto

LE FONTI DI ENERGIA RINNOVABILI

I giacimenti di idrocarburi si formano solo in condizioni particolari: tendono ad accumularsi solo quando incontrano strutture geologiche formate da strati di rocce impermeabili chiamate trappole petrolifere.
Petrolio: veniva sfruttato già dai Romani, ma, all’inizio del XX secolo, furono utilizzati solo depositi che riaffioravano in superficie. Con l’invenzione delle tecniche di indagine più efficaci ha permesso di individuare depositi anche a profondità molto elevate.
Per essere utilizzato, il petrolio greggio deve subire un processo di raffinazione, il quale permette di ottenere numerosi prodotti:
•    A 300 °C condensa il gasolio;
•    A 250 °C condensa il cherosene;
•    A 200 °C condensa la virgin nafta, utilizzata per ricavare le plastiche e le gomme sintetiche;
•    A 120 °C condensa la benzina;
•    A 60 °C condensano i gas liquefacibili;
•    In alto si formano i gas leggeri.