Tesina sulle fonti di energia rinnovabili: maree

Appunto inviato da italiangirlelly
/5

Tesina sull'utilizzo della forza mareomotrice delle maree come fonte di energia, con foto e spiegazioni, i vantaggi e i svantaggi (7 pagine formato doc)

TESINA SULLE FONTI DI ENERGIA RINNOVABILI: MAREE

Le Maree.

Come avvengono le maree. Le maree avvengono grazie alla oscillazione periodica del livello delle acque dell'oceano, sia in mare aperto, sia nelle insenature, prodotta dall ‘ attrazione gravitazionale della Luna e del Sole sull ‘acqua e sulla Terra stessa la teoria quantitativa delle maree si deve però ad Isaac Newton: essa prevede che l ‘ attrazione gravitazionale e lunare sulle diverse parti del nostro pianeta, non perfettamente bilanciata dalla forza dalla forza centrifuga, provochi due “ rigonfiamenti “del globo terracqueo, che restano sempre all ‘ incirca allineati con la linea che congiunge il centro della terra e la luna. Come risultato, si sviluppano negli oceani terrestri due onde di alta marea che girano intorno alla terra “ inseguendo “ la direzione della luna: in ogni data località la marea si ripete ogni 12 ore e 25 minuti, che è la metà dell ‘ intervallo di tempo dopo il quale la luna ritorna più o meno nella stessa posizione nel cielo.

Tesina sulle fonti di energia rinnovabili


ENERGIA DELLE ONDE

Le maree sono di due tipi: lunari e solari.

Le maree lunari. La Luna è la principale causa delle maree, passando sulla verticale di un punto della superficie terrestre, essa esercita una forza di attrazione sulle acque, che pertanto si innalzano al di sopra del loro livello normale. Sono soggette a questa forza anche le acque che si trovano dalla parte opposta della Terra. La cresta d ‘ onda che si forma al passaggio lunare è detta marea diretta, mentre quella diametrale opposta prende il nome di mare opposta. Lungo il cerchio massimo della Terra perpendicolare all ‘ asse che congiunge le cresta di marea si hanno fasi in cui l ‘acqua e più bassa rispetto al suo livello normale.
Le acque basse (riflusso) e alte (flusso) si alternano in un ciclo continuo.
In ogni sito costiero si verificano due alte maree, una diretta e una opposta, e due basse maree per ogni giorno lunare.

Energie rinnovabili: tesina


ENERGIA MAREOMOTRICE

Le maree solari. Anche il sole causa due cresta d ‘ onda diametralmente opposte, ma data la maggiore distanza dalla Terra, l ‘ intensità della forza di attrazione che esso esercita sul nostro pianeta è solo il 46% di quella lunare. Durante le fasi di Luna nuova e Luna piena, quando cioè Sole, Luna e Terra si trovano in allineamento, le onde solari e lunari coincidono. Ciò produce le cosiddette maree sigiziali, durante le quali l ‘ acqua alta raggiunge il livello massimo e l ‘ acqua bassa il livello minimo. Quando la Luna è al suo primo o terzo quarto, invece, si trova ad angolo retto rispetto al Sole e le due forze di attrazione interferiscono negativamente. Questa condizione produce le maree di quadratura, durante le quali l ‘ acqua alta è più bassa del normale e l ‘ acqua bassa più alta.

Risorse rinnovabili di energia: tesina


ENERGIA DELLE MAREE: VANTAGGI E SVANTAGGI

Le conseguenze delle maree. Le due onde di alta marea, allineate approssimativamente con la direzione della luna, incontrano attrito nel loro moto intorno alla Terra: i continenti poi sono ostacoli non aggirabili. Si ha quindi un rallentamento della rotazione terrestre dovuto alle onde di marea e nello stesso tempo, le stesse onde mareali vengono “trascinate” in avanti. Questo fenomeno provoca due conseguenze importanti. In primo luogo, la durata del giorno terrestre aumenta costantemente di una piccola quantità , circa due millesimi di secondo ogni secolo. Su periodi di tempi molto lunghi, la crescita della durata del giorno è stata determinata da osservazioni di tipo paleontologico su alcuni antichi organismi marini, come i coralli e i microorganismi, che costituiscono gli attuali fossili o sedimenti stratificati. Notando gli strati di spessore variabile la cui variabilità è dovuta a vari fenomeni tra cui la durata del giorno e l ‘ ampiezza delle maree, si è visto che è circa 300-400 milioni di anni fa il giorno era più corto di circa il 15-20% di quello attuale.

Isaac Newton: biografia e scoperte