Tesina: Genio e creatività

Appunto inviato da fefuzza Voto 6

Tesina di scienze sociali sul genio, la creatività e il saggio (9 pagine formato doc)

TESINA GENIO E CREATIVITA'

Il genio è colui che si distingue dagli altri esseri umani grazie alle sue doti creative, che lo portano ad inventare oggetti e a scoprire chiavi di lettura della realtà inedite.
Il talento creativo, inteso come capacità di creare e risolvere i problemi derivati da stimoli esterni, risulta essere l’elemento distintivo dell’individuo geniale; possiamo attribuire l’appellativo di genio solo a coloro che apportano novità che consentono di notare aspetti e caratteristiche fino ad allora sconosciuti.

Oltre alla creatività, il genio è dotato di altre particolari caratteristiche, quali:
-    la motivazione e il grande impegno nelle proprie opere;
-    la costanza;
-    un altro sviluppo nei processi mentali superiori e un pensiero ricco;
-    una personalità il più delle volte disorganizzata.
La sua produzione creativa, è spesso soggetta a oscillazioni periodiche, senza seguire un andamento uniforme e costante; egli predilige la mattina e la notte come momenti maggiormente produttivi e generalmente la sua produzione aumenta in modo considerevole all’approssimarsi della primavera.

Tesina di maturità sul genio


TESINA SUL GENIO E FOLLIA

Il genio subnormale. In casi eccezionali ci si può trovare di fronte a un soggetto con un invidiabile sviluppo della creatività, spesso applicato alla matematica, e accostato a un livello intellettivo del deficit mentale leggero. Questo caso è passato alla storia come l’idiota saggio, termine coniato da Langdon Down nel 1897. Il genio subnormale possiede una memoria formidabile, unita a doti creative portentose.
Il genio, il superdotato intellettivo e il saggio. Il genio è l’individuo che si spinge al di la delle barriere della conoscenza, sperimentando e creando qualcosa di nuovo e innovativo grazie alla sua creatività. (produce);
Il superdotato è colui che è in grado di comprendere a pieno e analizzare le nozioni che ha a disposizione;
Il saggio è il soggetto che percepisce ed elabora informazioni, grazie alla sua predisposizione all’apprendimento e alla conoscenza. Nasce dalla capacità di riflettere sul vissuto.
Esperienza ≠ Vissuto - Parto dal vissuto che può non diventare esperienza. Il vissuto mi trasforma
Genio contro superdotato (intellettuale).

Tema sulla creatività


GENIO E FOLLIA TESINA LINGUISTICO

Il genio è dotato di formidabili doti creative, ma a livello intellettivo può arrivare a oltrepassare il superdotato o addirittura a precipitare verso il deficit mentale leggero. Il quoziente intellettivo non è una qualità imprescindibile per il genio e può essere considerato un suo tratto distintivo.
È dotato di una intelligenza cristallizzata (fissata a lungo), aperta allo sviluppo della creatività e soggetta a cambiamento grazie al vissuto personale e alle esperienze con cui l’individuo entra in contatto. L’intelligenza cristallizzata si sviluppa in modo progressivo, raggiungendo livelli sempre più elevati con l’avanzare dell’età. Si rafforza con il bagaglio d’esperienze e con il pensiero misto.
Il superdotato non è dotato di talento creativo, ma gode di elevatissime abilità cognitive.

Tema sulla creatività e intelligenza di un bambino


GENIO E SREGOLATEZZA

In esso prevale un’intelligenza fluida (analogico/intuitiva), specializzata nella registrazione di informazioni e nel processo di apprendimento e soprattutto in grado di individuare nel minor tempo possibile la soluzione a questioni e problemi. Tale intelligenza risulta essere legata alle condizioni genetiche e biologiche; ha una evoluzione molto rigida e raggiunge il suo apice intorno ai 18 anni.
Il superdotato intellettivo si muove nella società in modo trionfale, viene acclamato da tutti e si trova a suo agio nelle prove accademiche e nella gestione imprenditoriale.