Ciclicità degli eventi: tesina di maturità

Appunto inviato da pegandaniel
/5

Tesina per Liceo Scientifico sulla ciclicità degli eventi: la prima parte si analizzano le crisi economiche nella storia - crisi del III sec., del 1929 e la odierna; la seconda parte si prende in esame i moti della Terra e la terza parte l'eterno ritorno del filosofo Friedrich Nietzsche (10 pagine formato doc)

CICLICITA' DEGLI EVENTI: TESINA DI MATURITA'

1) Le crisi economiche
1.1    La crisi del III secolo.

E’ noto che nel corso della storia si sono verificate numerose crisi economiche simili tra loro e che si aggravarono con l’avanzare dell’epoca storica. L’impero romano del terzo secolo dopo Cristo poggiava le basi della sua potenza su un’amministrazione eccellente e sull’organizzazione militare. Non appena le legioni notarono il periodo di debolezza del potere centrale, vollero proclamare i propri comandanti come imperatori, e ne scaturirono guerre civili. Contemporaneamente con la crisi militare e politica se generò una economica, dovuta all’ingente spesa necessaria a mantenere le singole milizie.
Gli imperatori che si susseguirono in questo periodo, per porre un freno alla crisi economica, decisero di svalutare il denaro diminuendo la quantità di metallo prezioso all’interno delle monete ma  mantenendone nominalmente il valore.  La crisi si arrestò con l’ imperatore Diocleziano all’inizio del quarto secolo dopo Cristo.

La concezione del tempo: tesina

 

TEMPO CICLICO DEFINIZIONE

1.2    LA CRISI DEL 1929
La crisi che per prima si distinse per la propria modernità è quella del 1929.

Alla fine della prima guerra mondiale gli Stati Uniti d’America godevano di un’economia florida basata sull’ingente produzione industriale. Vi erano molti prodotti sul mercato e si iniziano a notare i primi lineamenti dell’epoca del consumo.  Il periodo tra gli anni 1922 e 1929 era permeato da un clima di ottimismo nei confronti dell’andamento economico e ciò portò molti risparmiatori ad investire il proprio denaro in Borsa. Negli Stati Uniti però vi era molta povertà e il potere d’acquisto di operai e agricoltori era calato, diminuendo notevolmente il numero di prodotti acquistati, mentre la produzione aumentava.
Il mercato si saturò di prodotti invenduti e il valore delle azioni in Borsa diminuì drasticamente, causando un ulteriore aumento della povertà. La crisi si espanse in Europa ed andò ad infierire sulla già povera Germania, gravata dalle spese di riparazione della guerra, le     cui banche si appoggiavano a finanziamenti americani. Si può notare che la stessa dinamica della crisi riflette un’ idea di ciclicità poiché essa si manifesta come un circolo vizioso.  Questo periodo oscuro si concluse nel 1932. La crisi economica del 1929 fu la più grave di tutti i tempi ma non l’ultima.

L'origine della vita: tesina

 

CICLICITA' DEL TEMPO

1.3  LA CICLICITA’ DELLA CRISI
Nel 2008 vi è stato l’inizio di un periodo di recessione che sta tuttora coinvolgendo l’economia mondiale  e ciò dimostra che  le crisi economiche, come teorizzato da Karl Marx nel 1848, si susseguono ciclicamente.
I MOTI DELLA TERRA
 I moti di rotazione e rivoluzione del pianeta Terra sono dei movimenti ciclici del corpo celeste, infatti si ripetono sempre uguali e costanti nel tempo. Inoltre la nostra vita è influenzata tutti i giorni dal ciclo continuo dell’alternarsi di notte e dì, dovuto al moto di rotazione della Terra attorno al suo asse terreste. Un ciclo più ampio da prendere in analisi è quello delle stagioni, determinate dal moto di rivoluzione della Terra, ovvero il moto che essa compie descrivendo un’orbita ellittica intorno al Sole.