Le fonti di energia rinnovabili: tesina di scienze

Appunto inviato da gabrye
/5

Tesina di scienze sulle fonti di energia rinnovabili: energia termica, energia nucleare, energia geotermica, energia solare e le fonti di energia meccanica (4 pagine formato doc)

LE FONTI DI ENERGIA RINNOVABILI: TESINA

Le fonti di energia.

Sin da quando i primi uomini impararono a fabbricare utensili di pietra e a bruciare la legna, cominciarono a usare le risorse naturali della Terra; di cui il nostro pianeta è immensamente ricco. Queste risorse sono ad esempio l’acqua dei fiumi e dei laghi, le foreste e i minerali. Alcune come le piante, sono rinnovabili perché ricrescono; invece il carbone e il petrolio si esauriscono. Sin dalla Rivoluzione Industriale la richiesta di risorse è enormemente aumentata, perché combustibili e minerali sono sempre più usati per la produzione di energia.
Le fonti di energia termica.
Le fonti di energia termica sono le sostanze che bruciando (attraverso il processo di combustione ) sviluppano una grande quantità di calore. Le principali fonti di energia sono: il legno molto usato ma disponibile in quantità troppo scarse, il carbone o carbon fossile, un minerale solido e nero che bruciando produce una grande quantità di polvere e cenere.

Fonti di energie rinnovabili: tesina


FONTI DI ENERGIA NON RINNOVABILI

Lo si estrae dal sottosuolo in miniere che tavolta superano i 1000 metri di profondità. È un combustibile sporco, inquinante e non facile da trasportare. Il gas naturale è un minerale gassoso di facile estrazione. È un combustibile molto pulito.
Il petrolio si trova sottoterra in genere in forma liquido: il petrolio grezzo. Contiene anche metano e idrocarburi solidi. Il petrolio grezzo può essere leggero e acquoso, o denso e vischioso come catrame. Esso dev’essere raffinato per poter essere trasformato in prodotti utili. La materia prima più importante è il petrolio, perché circa la metà dell’energia del mondo (usata per riscaldare, per far partire le automobili…) proviene dal petrolio. Molti studiosi ritengono che esso provenga dai resti di minuscoli animali e piante vissuti negli oceani milioni di anni fa. Il petrolio è formato da sostanze contenenti carbonio, forse derivate davvero da esseri viventi. Ma non tutti gli studiosi concordano, alcuni pensano che il petrolio provenga da materiali intrappolati nelle rocce quando si formò la Terra. I derivati del petrolio sono preziosi prodotti chimici formati dal petrolio grezzo o dal metano. Questi sono necessari per produrre materiali utili e di uso comune come: plastica, detersivi, e fertilizzanti.

Le fonti di energia rinnovabili e non rinnovabili: riassunto


ENERGIA RINNOVABILE: TESINA

Energia nucleare. L’uranio, un elemento molto raro, è la fonte di energia più recentemente scoperta dall’uomo: l’energia atomica o nucleare.
“Deserto del Nuovo Messico, U.S.A, 16 luglio 1946”: un globo di fuoco che saliva verso il cielo annunciò la nascita dell’era atomica. Qualche settimana dopo, due bombe di inaudita potenza sganciante sul Giappone, fecero decine di migliaia di vittime, costringendo i giapponesi alla resa. Lo sfruttamento della nuova energia cominciò nella maniera peggiore. Ma ben presto si misero a punto anche i sistemi per sfruttare la forza dell’atomo a fini pacifici. Se la reazione a catena non è controllata può causare un’esplosione, se invece si riesce a regolarla si può produrre calore e quindi energia elettrica.