Teoria dell'evoluzione: tesina

Appunto inviato da ninimini
/5

Teoria dell'evoluzione: tesina di scienze, utile per l'esame di terza media e per le superiori sull'evoluzionismo di Lamarck, Darwin e la selezione naturale (4 pagine formato doc)

TEORIA DELL'EVOLUZIONE: TESINA

Che cosa è l’evoluzione, tesina - Studiando la storia della Terra e della vita, sorge spontaneo chiedersi che cosa abbia “plasmato” le forme viventi, dalle prime semplici cellule che comparvero negli ambienti acquatici dell’era archeozoica fino alle specie attualmente viventi.

Il processo di graduale cambiamento delle specie viventi nel tempo prende il nome di evoluzione. Le testimonianze fossili mostrano che tutte le specie viventi discendono da forme più semplici: L’evoluzione porta verso organismi sempre più complessi.
Ciò non esclude che esistano numerose specie semplicissime che sopravvivono da centinaia di milioni di anni, convivendo con altre più evolute e complesse. I fossili forniscono prove che le specie viventi si sono modificate nel tempo, ma non ne spiegano le cause e i modi. A questo proposito sono state elaborate diverse teorie.

Tesina sulle teorie evoluzionistiche di Dalton, Lamarck e Darwin


TESINA SULL'EVOLUZIONE: TEORIA DI LAMARCK

La teoria di Lamarck - Il primo scienziato europeo che elaborò una teoria sistematica dell’evoluzione fu Jean-Baptiste Lamarck (1744-1829). Nel 1801 ipotizzò arditamente che tutte le specie, discendessero da altre specie. Lamarck era particolarmente interessato agli organismi unicellulari e agli invertebrati. Egli aveva osservato che generalmente le rocce più antiche contenevano fossili di forme più semplici. Interpretò questo fatto nel senso che le forme più complesse sarebbero derivate da forme più semplici mediante una specie di progressione. Secondo la sua ipotesi, questa progressione è regolata da due principi fondamentali.
- Ereditarietà dei caratteri acquisiti in vita : possibilità di trasmettere i caratteri acquisiti in vita alle generazioni successive.
- Teoria dell’uso  e del disuso: poiché gli esseri viventi si evolvono per ambientarsi nell’ambiente circostante, essi mantengono solamente le strutture che utilizzano, mentre eliminano le strutture inutili.

Le principali teorie evolutive: tesina di biologia


TESINA SULL'EVOLUZIONISMO

L’esempio più famoso usato da Lamark a sostegno della sua teoria è quello che riguarda il collo delle giraffe. La giraffa vive in ambienti in cui il suolo è per lunghi periodi dell’anno quasi privo di erbe; perciò, per nutrirsi essa è costretta a brucare le foglie degli alberi. Il continuo esercizio fatto per raggiungere i rami più alti avrebbe causato nel corso delle generazioni un allungamento del collo. Questo carattere, originariamente proprio di pochi individui, si sarebbe poi trasmesso di generazione in generazione diventando proprio della specie.
Il punto debole della teoria di Lamarck: i caratteri acquisiti non si trasmettono.
Nel meccanismo evolutivo proposto da Lamark c’è un punto debole:se è vero che l’uso ripetuto di certe parti del corpo ne produce un rafforzamento e una modificazione, è altrettanto vero che queste modifiche non si trasmettono alle generazioni successive. Per esempio i figli di coloro che praticano sport non nascono con una muscolatura più sviluppata del normale. Il grande merito di Lamark resta comunque quello di aver contrapposto alla teoria dell’immutabilità nel tempo delle specie quella dell’evoluzione.