Tesina maturità sulla percezione

Appunto inviato da giadaallaviligiardi
/5

Tesina maturità sulla percezione: excursus su artisti e personaggi che ci mostrano la loro personale e sempre diversa percezione della realtà attraverso distinte forme soggettive di espressione (9 pagine formato doc)

TESINA MATURITA' SULLA PERCEZIONE

La percezione.

Tratterò di diversi ambiti culturali che hanno in comune il fatto di possedere elementi, come le parole di una poesia o di un’epistola o i colori di un dipinto o di una foto, che richiamano i nostri cinque sensi, attraverso i quali possiamo percepire il mondo circostante. Sarà una sorta di excursus su artisti e personaggi, moderni e non, che hanno dato il loro contributo innovativo per costruire quella che è stata la storia fino ad oggi e che ci mostrano la loro personale e sempre diversa percezione della realtà attraverso distinte forme soggettive di espressione.

Tesina maturità sulla distorsione della realtà

 

TESINA SULLA PERCEZIONE DELLA REALTA'

Edvard Munch
Edvard Munch, pittore norvegese, con il dipinto “Il grido” riesce ad esprimere il suo stato d’animo utilizzando un elemento fondamentale della corrente espressionista: il colore, adottato in maniera violenta e incisiva da tutti gli artisti appartenenti a quell’epoca. La scena rappresentata nel dipinto è descritta dallo stesso Munch con alcune righe sul suo diario personale: “Camminavo lungo la strada con due amici quando il sole tramontò, il cielo si tinse all’improvviso di rosso sangue.

Mi fermai, mi appoggiai stanco morto ad una palizzata. Sul fiordo nero-azzurro e sulla città c’erano sangue e lingue di fuoco. I miei amici continuavano a camminare e io tremavo ancora di paura e sentivo che un grande urlo infinito pervadeva la natura.” A un primo impatto il dipinto trasmette una forte ed intensa carica emotiva, comunicata attraverso le tonalità cromatiche brillanti e accese del cielo infuocato contrastanti con quelle già più scure del fiordo norvegese. L’uso dei colori prevalentemente primari accostati a lunghe pennellate tese a deformare i soggetti suggeriscono uno stato di angoscia.

Illusione e realtà: tesina maturità

 

DISTORSIONE DELLA REALTA' TESINA

La scena è raffigurata in maniera molto visionaria, tutto ha un aspetto sinuoso e molle (tranne il ponte e i due uomini sullo sfondo) e l’associazione delle linee ondulate con le linee diagonali crea un senso di dinamicità che provoca tensione nell’osservatore. La luce contribuisce a far scaturire uno stato di inquietudine e di dramma della natura poiché conferisce il senso dell’immediatezza dell’evento narrato, colpendo la figura principale frontalmente, quasi come se fosse illuminata da un flash. I due personaggi sono sordi ed impassibili all’urlo che proviene dall’anima dell’uomo in primo piano (l’artista stesso), sono gli amici del pittore, incuranti della sua angoscia, a testimonianza della falsità dei rapporti umani. Il paesaggio innaturale è desolato e poco accogliente.

Tesina maturità sulla percezione del tempo

 

TESINA MATURITA' SULLA PERCEZIONE DELLA REALTA'

Il corpo del pittore è composto da linee sinuose ed insolite, la testa calva ricorda vagamente un teschio, gli occhi hanno uno sguardo allucinato e terrorizzato, le mani che tappano le orecchie sono simbolo di disperazione, mentre la bocca si apre in uno spasmo innaturale: essa è il vero centro compositivo dell’intera tela, perché è proprio dalla bocca che le onde sonore del grido si espandono e mettono in movimento tutto lo scenario. Il dipinto si può definire una vera e propria sinestesia, perché l’espressione tormentata e l’urlo straziante dell’uomo fanno percepire a chi osserva il suono, o meglio, il rumore del grido assordante.