Espressionismo e Munch: tesina

Appunto inviato da hiemsgelida
/5

Tesina sull'Espressionismo, in particolare sul pittore Munch (10 pagine formato doc)

ESPRESSIONISMO E MUNCH: TESINA

Tesina: che cos'è l'Espressionismo.

I movimenti delle prime avanguardie storiche tedesche, confluiti nella denominazione “Espressionismo“, producono le opere forse a tutt’oggi più popolari dell’arte del nostro secolo.
Alcune revisioni critiche hanno tuttavia scosso talune certezze e letture professionali tramandate per inerzia, al punto che oggi, nella difficoltà di definire l’espressionismo, è opportuno iniziare dal puntualizzare cosa esso non è.
Non è un movimento unitario, non è incondizionatamente una reazione all’ Impressionismo, non è unicamente arte di protesta, di malessere, di introspezione, non è il crogiuolo di un contenutismo psicologico né dell’astrattismo, non è pura rottura con la tradizione. Secondo alcuni non è nemmeno un movimento tipicamente tedesco o nordico; anzi, non è nemmeno un movimento.

Espressionismo e Munch: riassunto di arte


ESPRESSIONISMO ARTE

Il termine espressionismo indica, anzitutto, la centralità del problema dell’espressione, del “trarre fuori” gli elementi costitutivi del quadro dall’interiorità dell’individuo. Questa urgenza di comunicazione, peraltro proporzionale alla difficoltà di comunicazione manifestata dagli artisti, a un disagio esistenziale, a un rapporto conflittuale con la società contemporanea, è prioritaria in tutti i centri dell’espressionismo, dove semmai è diversa l’impostazione del linguaggio e la traduzione in strutture formali.
 Ecco anche spiegata la durezza percettiva di tale arte, nella cui realizzazione sono stati banditi tutti gli illusori artifici della prospettiva e del chiaroscuro.
La natura stessa dell’Espressionismo, inteso come proiezione immediata di sentimenti e stati d’animo estremamente soggettivi, è ricca di contenuti sociali e di drammatica testimonianza della realtà: ma la realtà tedesca dei primi anni del secolo è amara di guerra, di contraddizioni politiche, di perdita di quei valori ideali, di aspra lotta di classe.

Espressionismo tedesco: riassunto di storia dell'arte


EDVARD MUNCH: OPERE

Edvard Munch (1863-1944). Uno dei primi e più significativi esponenti della pittura espressionista è senza dubbio Edvard Munch, che non farà altro che scrivere la sua vita all’interno dei suoi quadri: un’autobiografia dell’anima per immagini, o meglio un’anatomia delle catastrofi dell’Io, imprudente nell’intensità, provocante nei mezzi. Chi guarda sbatte contro quell’ansia e vi riconosce la propria: non vi è dubbio che, tra i pittori, è colui che ,più di ogni altro ha dato un volto alla psiche umana.
Nato nel 1863 a Loten, in Norvegia, Munch ebbe per tutto il corso della sua vita numerosi incontri con la morte, che contribuirono alla formazione di un pensiero fortemente negativo.
Nel 1892, una mostra scandalo lo rende famoso fuori dai confini della Norvegia, e trasferitosi a Berlino frequenta la cerchia di letterati che si raccoglieva intorno a Strindberg, e quell’ambiente dove la filosofia di Kierkegaard, Schopenhauer e Nietzsche sostanziava un  simbolismo pessimista e un erotismo che alternava misoginia e necrofilia che acuisce i tratti fondamentali del suo temperamento. Ed è proprio a Berlino che prende forma il suo progetto del “Fregio della vita”: concepire le proprie opere come le tessere di un insieme unitario inteso a rappresentare il destino dell’uomo.
Al primo dei motivi conduttori del gigantesco Fregio, appartiene Pubertà, un olio del 1894 che destò un enorme scalpore.