Alberto Burri: biografia

Appunto inviato da darksqueen86
/5

tesina molto approfondita sulla vita, poetica e opere dell'artista Alberto Burri (10 pagine formato doc)

ALBERTO BURRI: BIOGRAFIA

Burri.

Il fatto nuovo in Burri è che la materia deve rimanere materia.
La materia diventa spazio attraverso un procedimento artistico:
1.    L’artista individua una classe di materie
2.    Incolla la materia sulla tela
3.    interviene in vari modi per farle rapportare nella loro intima struttura.
Sacco e supporto sono due entità costrette a stare insieme e tra le due si creano contrasti di forza: è per questo che il sacco risulta increspato.
Nel caso dei legni delle lamiere delle plastiche il fuoco interviene direttamente sulla materia.
Le materie sono sempre materie di scarto, che hanno una loro storia un loro passato che tuttavia le ha logorate di più in alcuni punti.
La materia non è caricata di simboli: altrimenti la stessa materia sarebbe un tramite che veicola il significato del simbolo.
Nei quadri di Burri si può riscontrare una trama spaziale stabilita con il tormento che si da alla materia.

Opere di Lucio Fontana: riassunto


ALBERTO BURRI BIOGRAFIA E OPERE

Combustione plastica, pittura acrilica, vinilica e tecnica mista, cm 150x150 (pag722 argan).
Sacco b, 1953, tela di sacco e olio, cm 100x86 (pag 733 argan)
Ferro, 1957 (pag 642 argan)
Il rapporto con la materia:
Burri svuota di significato i materiali trovati almeno per quanto riguarda il loro valore di contemporaneità.
Ha individuato nella materia qualità plastiche così compiute che non potevano essere tenute imprigionate:è come se fosse la realtà a fingere la pittura.
Per Burri la geometria è perpendicolare o incidente alla natura, perchè tocca da dentro la struttura vivente delle materia.
Colore e materia coincidono e diventano intercambiabili, il colore è sostanza dotata di una sua densità.

Lucio Fontana: l'utilizzo dei colori e dei tagli


ALBERTO BURRI BIOGRAFIA BREVE

Riassunto Art Dossier:
Burri non rientra propriamente nell’informale, ma si è mosso in quel clima operativo e culturale ed ha anticipato momenti della ricerca internazionale: Pop Art, Nouveau Realisme, e Arte Povera.
L’informale (Francia: tachisme, art autre, peinture-peinture; America: action painting) ha attraversato gli anni 50 come un international style in cui l’artista indaga la realtà in senso fenomenico.
L’informale ha le sue ragioni filosofiche nella fenomenologia husserliana, nell’esistenzialismo di Heiddeger, Jasper e Sartre; incide anche il pensiero Zen introdotto in Europa da Michaux e da Tobey in America.
Informale nasce per giustiziare l’iconografia che emula il processo evolutivo della scienza creati da futurismo, cubisco e costruttivismo. Le avanguardie storiche vogliono tenere il passo con il progresso perciò si arriva a geometria = modernità (astrattismo geometrico).

I grovigli spaziali di Lucio Fontana, appunti


BREVE BIOGRAFIA DI ALBERTO BURRI

Correnti che influenzano l’informale:
•    Dada
•   Surrealismo automatismo psichico
•    Espressionismo postcubista
•    Manifesto Blanco di Fontana (1946) + relativa teorica spazialistica (1950)
Esponenti informale:
Moreni, Borlotti, Mandelli, Caporossi, Accardi, Cagli, Fontana, Bestini, crippa, Dangelo, Turcato, Scajola, Corpora, Afro, Vedova, Perilli, Birilli, Colla, Leoncillo ecc.
Burri è quello che ha concesso di meno allo strumento pittorico la mediazione con l’atto creativo.
L’arte aveva preso confidenza con la vita Burri porta la vita nell’arte Pop porta arte nella vita.

 

.