Paul Klee: tesina

Appunto inviato da missykla
/5

Tesina con immagini sulla vita e opere di Paul klee (8 pagine formato doc)

PAUL KLEE: TESINA

Arte.

Paul Klee”. Sempre in questi anni dal 1920 al 1931 in Germania insegnava in una scuola d’arte Paul Klee, pittore astrattista, che condusse un attività didattica molto intensa e profondamente innovatrice. Ma l’avvento del nazismo e le spietate persecuzioni contro gli ebrei (Klee era di famiglia ebraica) lo costrinsero ad abbandonare l’insegnamento e a fare ritorno in Svizzera,dove rimase fino alla morte.
Paul Klee nasce a Munchenbuchsee, Berna in Svizzera nel 1879. Frequenta le scuole a Berna, dove intraprende anche studi musicali.Nel 1898 decide di dedicarsi alla pittura.
Si iscrive all'Accademia di Monaco, dove segue i corsi di Franz von Stuck. Nel 1901 soggiornò in Italia, tornandovi negli anni successivi più volte. Si recò a Parigi nel 1905 e alcuni anni dopo nel 1910 fece il grande incontro con Kandinskij.

Paul Klee: vita e opere


PAUL KLEE: OPERE

Tra il 1901 e il 1905 Klee realizza lavori su vetro e opere grafiche di ispirazione simbolista. Con queste partecipa alla mostra internazionale della Secessione di Monaco (1906). Nel 1905 si reca a Parigi, dove vede le opere degli impressionisti. La sua preferenza va, però,a Van Gogh e Cézanne. Nel 1906 Klee si stabilisce a Monaco, qui ottiene, nel 1911, la prima personale presso la Galerie Tannhauser. A Monaco entra in contatto con Alfred Kubin, ma soprattutto con gli artisti di "Der Blaue Reiter". Con loro partecipa alla seconda mostra del gruppo, nel 1912.
Oltre che per la pittura Klee ebbe una viva passione per la musica, soprattutto per il violino.Era figlio di un insegnante di musica tedesco e di una musicista di origine svizzera. Cosi Klee sente come tanti altri contemporanei il significato musicale della pittura e perciò la sua funzione espressiva invece che rappresentativa.
Inizialmente è soprattutto un grafico ed evidenzia l’importanza della linea riempiendo molti fogli di disegni, ma intuisce presto le enormi possibilità del colore, che scopre finalmente, in tutta la sua evidenza, attraverso lo splendore della luce solare africana,durante un viaggio in Tunisia nel 1914. Il viaggio a Tunisi del 1914 ebbe una notevole influenza sul suo stile, facendogli prediligere le tonalità cromatiche tipiche di questa area geografica. E’ a questo punto che può affermare: “Io e il colore siamo una cosa sola. Sono pittore.”
Paul Klee iniziò ad insegnare al Bauhaus nel 1920, quando la sua fama di espressionista sui generis si è ormai diffusa in tutta la Germania; vi rimane fino al 1931 insegnando “Teoria della composizione”. La decisione di insegnare in questa scuola superiore d’arte ebbe riflessi sia sulla vita, sia sulle opere di Klee; la necessità di comunicare un sapere spinge infatti l’artista all’elaborazione di una propria posizione teorica e questo lo sollecita a rendere espliciti e a esplorare più profondamente i mezzi espressivi e i metodi di lavoro di cui si serve.

Paul Klee e l'insegnamento al Bauhaus


TESINA SU PAUL KLEE

Da questa esperienza di insegnante Klee scrive alcuni saggi, come ad esempio il fondamentale scrittosull’educazione“Padagogische Skizzenbuch”(Taccuino di schizzi pedagogici;1925).
Gli ultimi lavori dell'artista,specie quelli su tela di juta e su carta, come ad esempio:“Prigioniero”(1940) , “Ragazza affamata” (1939) “Uomo selvaggio” (1939) ne sono i più rappresentativi anche perchè riflettono un profondo stato di depressione e di angoscia per le vicende della Germania nazista.
Costretto a tornare a Berna, continua a dipingere con grande fervore, nonostante l'insorgere di una fatale malattia.Paul Klee muore a Muralto (Locarno) nel 1940.