Notre-Dame: storia e origini

Appunto inviato da bietoloniitalianiparigi
/5

Tesina sulla storia della Cattedrale di Notre-Dame di Parigi, a partire dalle sue origini (2 pagine formato doc)

NOTRE-DAME: STORIA E ORIGINI

Notre-Dame: storia dell'arte. Notre-Dame de Paris.

All'origine, la cattedrale di Notre Dame di Parigi, era un tempio gallo-romano, successivamente diventò una basilica cristiana ed una chiesa romana. Notre-Dame occupa uno spazio rilevante nel culto cristiano da venti secoli: il primo gruppo episcopale, nato a Notre-Dame, è citato da Grégoire de Tours nel VI° secolo, comprendeva una chiesa dedicata a Saint-Etienne ed una dedicata a Notre-Dame costruita da Clovis ed un battistero dedicato a San Giovanni. Quest'insieme copriva costruzioni pagane di cui si sono trovate pietre scolpite in occasione della sistemazione del coro da parte di Robert De Cotte nel XVII° secolo.
Maurice de Sully, diventato vescovo di Parigi nel 1160, decise di costruire la cattedrale. Il monumento beneficiava delle scoperte più recenti che permisero di fare entrare ulteriore luce all'interno delle costruzioni.

Notre-Dame e l'arte gotica in Europa: riassunto


NOTRE-DAME: STORIA VERA

La nuova architettura ogivale, denominata in seguito gotica, fece si che i pilastri ed i contrafforti non si sovraffaticassero per il peso. Le pareti, che non dovevano più sostenere troppo peso, diventarono meno spesse e furono decorate da alte ed ampie finestre. Notre-Dame, preceduta dalla basilica di Saint-Denis e le cattedrali di Sens e di Laon, diventerà una delle prime grandi costruzioni gotiche costruite in Francia. Maurice de Sully fece radere al suolo la chiesa del VI° secolo dedicata a Saint Etienne, mantenendo il portale di Etienne de Garlande (l’attuale portale di Sant’Anna situato nella facciata occidentale). Il regno di Luigi VII conobbe allora un periodo di eccezionale splendore. La nuova cattedrale occuperà 5.500 m² di superficie. Il progetto comporterà la distruzione di tutti gli accessi, ad eccezione del battistero; ciò muterà profondamente il “tessuto urbano”. Un sagrato sarà costruito dallo spostamento dalla facciata occidentale ad est, insieme alla “rue Notre-Dame” che permetteva il trasporto dei materiali al cantiere. L'aumento interno si organizzerà su quattro livelli e non verranno più utilizzati gli archi rampanti. I lavori dureranno quasi due secoli (dal 1163 al 1351).

Notre-Dame di Chartres: storia e origini


NOTRE-DAME: STORIA DELL'ARTE

L'architetto del progetto inizialmente rimane sconosciuto. Un nuovo architetto, designato negli anni 1170, apporterà una modifica: l'apertura delle insenature sulla navata con tre vetrate al luogo di due. Un terzo architetto farà incominciare, prima del completamento della navata, la costruzione del “massif occidental” fino al livello della galleria dei Re, insieme al sagrato. La facciata sarà collegata alla muratura della navata, verso il 1210-1220, da un quarto architetto. Quest'ultimo modificherà il progetto iniziale sostituendo la “formula della colonna” con una composizione simile a quella della cattedrale di Chartres. Il progetto subirà, nell’ XIII° ed all'inizio del XIV° secolo, importanti modifiche nello stile gotico che permetteranno una maggiore penetrazione di luce all’interno della cattedrale. Le finestre della navata saranno ampliate verso il 1225/1230. Il tetto delle tribune sarà sostituito da terrazze e da archi rampanti che permetteranno lo sgombro delle acque pluviali. La “freccia” sarà stabilita al centro del transetto. A Jean de Chelles verrà affidata  la realizzazione di nuove facciate in ogni parte del transetto e inoltre realizzerà la parte nord della cattedrale.