Il fenomeno turistico tra le due guerre

Appunto inviato da mony
/5

Tesina di storia economica del turismo: turismo balneare, montano, il turismo di massa, la nascita dell'enit, turismo termale e lacuale nel periodo tra le due guerre. (anni 20 e 30) (31 pagine formato doc)

Finito l’incubo di un conflitto durato quattro anni la realtà che si tro-vavano ad affrontare i reduci e sopravvissuti non era più la stessa.
Lo sce-nario era completamente mutato. Strategico per le èlites dominanti diven-tava il problema del consenso, dell’armonizzazione degli interessi diver-genti e conflittuali che opponevano borghesia e mondo del lavoro e che il dopoguerra aveva portato drammaticamente alla luce. Bisognava trovare nuovi strumenti di influenza ideologici. L’esempio veniva dagli Stati Uni-ti, ove già all’inizio del secolo era stato messo a punto un sistema di fluidi-ficazione del complesso meccanismo sul quale si basa una moderna società industriale. Si trattava dell’organizzazione scientifica del lavoro, realizzata da F.
W. Taylor, fra 1905 e il 1911, che prevedeva anche un’efficace poli-tica sociale patrocinata dalle stesse aziende 1. Non eravamo ancora allo scientific management – che sarebbe comparso alla fine degli anni ’20 -, cioè alla creazione di luoghi di divertimento all’interno delle stesse fabbri-che, ma tuttavia la possibilità di aumentare la produttività facendo leva sul tempo libero e sulle attività assistenziali e di svago era già ben delineata.