Il totalitarismo: tesina maturità

Appunto inviato da uccellino92
/5

Totalitarismo: tesina con i rispettivi collegamenti con il francese, l'inglese, il tedesco e la filosofia (4 pagine formato txt)

TOTALITARISMO: TESINA MATURITA'

Il termine “totalitarismo” deriva dal latino “Totalis” = pieno ed è stato usato per la prima volta da G.Amendola sulla rivista “Il Mondo” nel 1923.

É un sistema politico caratterizzato dal controllo assoluto di tutti gli aspetti della vita di un popolo: economico, politico, culturale e sociale. Il regime totalitario vuole avere la più completa supervisione delle azioni, delle credenze e dei valori del popolo e lo fa tramite la propaganda , alcune associazioni istituite per controllare il tempo libero e la vita sociale del popolo e molto spesso lo fa tramite l'intimidazione e la violenza.

Liberalismo, totalitarismo e socialismo: tesina maturità

REGIMI TOTALITARI DEL 900

I primi regimi totalitari si svilupparono in Europa dopo la fine della prima guerra mondiale: il primo fu il Fascismo, poi il Nazismo ,lo Stalinismo  e il Franchismo.

Tutte queste forme di Totalitarismo hanno in comune delle caratteristiche fondamentali: sono antidemocratiche,hanno smantellato le vecchie istituzioni politiche e/o hanno sostituito i vecchi organi dello Stato, hanno abolito tutti i partiti tranne il loro partito, hanno usato la violenza e l'intimidazione per liberarsi degli oppositori, hanno praticato un vero e proprio culto del leader,il razzismo, lo sciovinismo e l'antisemitismo, hanno vietato ogni forma di libertà, hanno strumentalizzato il Terrore per mantenere il regime e infine nel campo della politica estera hanno sfruttato la teoria della superiorità della propria razza per promuovere una politica di espansione.

Totalitarismo e Stalin: riassunto

TESINA REGIMI TOTALITARI COLLEGAMENTI

Molti intellettuali proprio a causa delle continue persecuzioni ricevute dai sicari del governo sono stati costretti a emigrare in altri paesi dove non vi erano i regimi totalitari e in cui hanno continuato a pubblicare le loro opere dove denunciavano i regimi dittatoriali. Ma anche gli intellettuali che non avevano vissuto sulla loro pelle questi fatti si sono preoccupati di manifestare la loro opinione. Un esempio lampante è sicuramente Eugène Ionesco con l'opera “ Les Rhinocéros” (Ionesco).