Gli OGM: tesina di terza media

Appunto inviato da martadaquino
/5

Tesina per esami di terza media sugli Organismi Geneticamente Modificati (OGM). Collegamenti con le seguenti materie: scienze, ed. tecnica, inglese, cittadinanza, francese, arte, religione e italiano (4 pagine formato doc)

OGM: TESINA TERZA MEDIA

OGM: CENNI STORICI - Nella fine dell’800 si creano le condizioni per sviluppare un altro tipo di agricoltura.

Essa non può più contare solo su concimi naturali, scarsi rispetto al fabbisogno. Si incominciano a produrre nel 1860, fertilizzanti artificiali e concimi chimici. Questi concimi erano dannosi sia per le piante, sia per la salute umana, così hanno inventato gli OGM.

Organismi geneticamenti modificati: tesina

OGM: COSA SONO PRO E CONTRO

SCIENZE - Vengono anche definiti organismi transgenici. Si tratta di animali e piante che hanno un patrimonio genetico artificiale ottenuto in laboratorio.

Per fare ciò la moderna biologia e biochimica fa un uso intensivo del DNA. Oggi il termine biotecnologie viene quasi sempre associato a procedimenti che hanno alla loro base la manipolazione del DNA e che, nel loro insieme, sono definiti ingegneria genetica.
Grazie all’ingegneria genetica è possibile quindi far produrre da organismi semplici come i batteri, sostanze molto utili per l’uomo. Un grosso balzo in avanti nella ricerca di questo campo è stato dovuto all’introduzione della tecnica del DNA ricombinante. Tramite questa tecnica i biologi sono in grado di inserire un segmento di DNA all’interno di un organismo ospite. Gli enzimi di restrizione, scoperte alla fine degli anni sessanta, permettono di tagliare il DNA. Un frammento di DNA così ottenuto può essere inserito in un plasmide, un anello di DNA circolare precedentemente tagliato con lo stesso enzima. Nella figura vediamo il plasmide di una cellula che viene tagliato dagli enzimi. Poi ci sono dei geni esterni incollati al plasmide tramite il DNA ligasi, diventando un DNA ricombinante. Gli organismi così prodotti sono detti geneticamente modificati e possono essere utilizzati per la produzione di proteine ricombinanti, necessarie per la ricerca biomedica, o per le coltivazioni agricole.

Dall'agricoltura biologica ai rischi degli OGM: appunti

TESINA OGM COLLEGAMENTI

Un esempio di animale OGM è il topo transgenico, chiamato MITO-LUC. È stato prodotto nei laboratori di ricerca. L’animale è stato ottenuto legando il gene della luciferasi, una proteina prodotta dalle lucciole, a un frammento di DNA del topo, proteina strettamente coinvolta nel processo di divisione e moltiplicazione cellulare. Ogni volta che le cellule del topo MITO-LUC vanno in mitosi, producono la luciferasi.
Le cellule in divisione quindi emettono bioluminescenza, una luce visibile ed apprezzabile dall’esterno semplicemente utilizzando una speciale macchina fotografica in grado di apprezzare la giusta lunghezza d'onda, senza alcun danno per l'animale. Grazie a questo modello si possono osservare le aree del corpo ad elevata proliferazione cellulare, come ad esempio nei tumori, inoltre i “topi lucciola” consentono un efficace monitoraggio a lungo termine dell'attività proliferativa delle cellule, poiché basta fotografare l'animale ad intervalli regolari riducendo così in modo significativo il numero di animali necessari per gli studi. La possibilità di monitorare la crescita cellulare può permettere la messa a punto di nuove terapie sempre più efficaci contro cancro.

OGM: definizione, pro e contro


OGM: SPIEGAZIONE SEMPLICE

TECNICA - L’agricoltura è l’attività umana che consiste nella coltivazione di specie vegetali. La finalità principale dell’agricoltura è di ottenere prodotti dalle piante da utilizzare a scopo alimentare e non, ma sono possibili anche altre finalità che non prevedono l’esportazione dei prodotti. Al giorno d’oggi l’agricoltura viene praticata soprattutto con i macchinari. Precisione, meno fatica, lavoro notturno sono punti favorevoli, ma sta aumentando molto l’inquinamento. I pesticidi irrorati sulle piante le proteggono dai parassiti e i fertilizzanti spruzzati sul terreno ridanno fertilità alla terra. Tuttavia se usate in quantità eccessive possono danneggiare l’ambiente.