Cosa sono le società segrete e la Carboneria

Appunto inviato da 230155
/5

Cosa sono le società segrete? Descrizione delle società segrete e in particolare della Carboneria; la testimonianza di Lorenzo Benoni e gli alfabeti carbonari (7 pagine formato doc)

SOCIETA' SEGRETE: COSA SONO

Le società segrete.

Il Congresso di Vienna e l’opera della Santa Alleanza poterono reprimere, sottomettere e smembrare l’Italia, ma non riuscirono a soffocarne il desiderio di libertà, di unità nazionale e le aspirazioni a un governo costituzionale. Le società segrete contribuirono particolarmente a tener desti e alimentare questi sentimenti, anche se seguirono vie diverse.
La massoneria fu certamente la più antica tra queste (pare sia nata in Inghilterra nel 1300), ma non assunse un aspetto ben preciso fino al 1722.
Dalle prime grandi logge inglesi rimase vivo in tutti i tempi il simbolismo dei muratori (infatti la parola “massoneria” deriva da mason, termine inglese che vuol dire “ muratore”) : il martello, la cazzuola, il compasso e il grembiule furono le insegne della società e favorirono la segretezza dei movimenti.
Ogni loggia era costituita in rigida gerarchia con 33 gradi: dall’Apprendista al Gran Maestro.

La Massoneria: ricerca

SOCIETA' SEGRETE, MASSONERIA

In Inghilterra la massoneria fiorì particolarmente negli ambienti della grossa borghesia e della nobiltà; in Francia molti uomini della Rivoluzione vi aderirono, tanto che Napoleone la riorganizzò ufficialmente, ma le sette che rimasero aderenti allo spirito britannico, assunsero un carattere sempre più segreto e raccolsero tutti gli scontenti del regime napoleonico.
    Anche in Italia si formarono qua e là nuclei di “giacobini che agivano segretamente. Durante il periodo risorgimentale annoverò tra le sue fila uomini come Garibaldi, Mazzini e Pisacane.
In Italia nacquero molte società patriottiche quali l’Amicizia cristiana, i Trinitari, e i Calderai.
In tutta l’Europa sorsero numerose società segrete che tendevano a sostenere i movimenti patriottici contro i soprusi e le occupazioni straniere.  Nacquero così le Eterie in Grecia, miranti alla liberazione dal dominio  turco, la Lega delle virtù in Germania, contro il dominio napoleonico, e più tardi la Società dei giovani  formata da studenti universitari che volevano un governo costituzionale ed erano avversi alla Russia, ma poi persero il loro spirito politico e diventarono un movimento goliardico.
In Spagna si organizzarono le “logge” dei Franchi Muratori. In Francia riprese vita la setta degli Adelfi, che si diffuse anche in Italia, trasformandosi in seguito nei Sublimi Maestri Perfetti e confluendo nella nascente Carboneria, che fu, insieme con la ”Giovane Italia”, la più popolare tra le società segrete italiane.

SOCIETA' SEGRETE, CARBONERIA

La Carboneria. La Carboneria è la più nota tra le società segrete che sorsero nell’ottocento. I carbonari veneravano Cristo e ne adottavano i simboli: la corona di spine come emblema del coraggio, la croce emblema della morte, i chiodi emblema del dolore. Ma perché coraggio, morte e dolore? Perché i Carbonari, affiliandosi alla setta, sapevano di dover affrontare rischi mortali, dal momento che gli ideali di libertà potevano essere realizzati solo attraverso cospirazioni, e che, se si veniva arrestati, la polizia infieriva con la tortura per conoscere i nomi degli affiliati. Il nome Carboneria deriva da un’antica associazione artigiana francese, gli Charbonniers, che riuniva carbonai, boscaioli e persino contrabbandieri in una lega di reciproco aiuto. Dalla Francia fu importata nel Regno di Napoli da ufficiali napoleonici. Dai carbonai prese anche il suo gergo: si parlava di vendita di carbone, fare il carbone nel bosco, purgare la foresta dai lupi (cioè liberare la terra dai tiranni).